RUBANO LA BORSA ALL’AVVENTRICE DI UN ESERCIZIO COMMERCIALE. POLIZIA DENUNCIA UNA 40ENNE ITALIANA ED IL SUO COMPLICE, UN 29ENNE CITTADINO RUMENO PREGIUDICATO


Qualche sera fa, all’interno di un esercizio commerciale di Città di Castello, una donna era stata vittima del furto della propria borsa che conteneva anche il telefono cellulare e il portafoglio. Immediate le indagini dei poliziotti del Commissariato di Città di Castello, diretto dal Vice Questore Aggiunto Lucia Ziliotto, che dopo una complessa attività investigativa sono riusciti ad identificare i due responsabili. Sono stati rintracciati a Città di Castello i due esecutori del furto. Condotti negli Uffici del Commissariato sono stati identificati, si tratta dunque di una 40enne italiana nata e residente a Città di Castello e un cittadino rumeno di 27 anni.

Gli accertamenti a carico di quest’ultimo hanno evidenziato la corposa carriera criminale costellata di pregiudizi per reati contro il patrimonio commessi in diverse città su tutto il territorio nazionale. L’uomo, peraltro, risultava gravato dal provvedimento emesso dal Tribunale di Perugia dell’obbligo di dimora in detto Comune. I due sono stati denunciati per furto aggravato in concorso, all’uomo è stata altresì contestata la violazione della misura cautelare alla quale era sottoposto.