Ladri acrobati in azione in due appartamenti dello stesso palazzo a Città di Castello. I carabinieri raccomandano massima illuminazione negli esterni dei condomini.


Non si ferma l’ondata di furti nel tifernate. Ad essere preso di mira questa volta è stato un palazzo in Via Carlo Liviero a Città di Castello. Un primo colpo è stato sventato, il proprietario infatti era all’interno dell’appartamento dove i malviventi stavano per entrare e a causa del fracasso fatto dai ladri nel forzare la portafinestra i padrone di casa, preso anche dallo spavento ha cominciato ad urlare ed ha acceso tutte le luci di casa facendoli scappare. Non si sono allontanati di molto comunque. Tant’è che il secondo colpo è stato messo a segni in un appartamento dello stesso condominio, qui il bottino è stato cospicuo. I proprietari infatti al rientro nella loro abitazione hanno trovato tutto a soqquadro, constatando amaramente che mancavano tutti gli oggetti in oro, monili e gioielli, oltre al denaro. Nessuna traccia dei malviventi anche dopo che i militari, contattati dai proprietari degli appartamenti, hanno fatto scattare il piano di controllo del territorio. Anche in questo caso i ladri acrobati sono saliti dalle grondaie esterne, la raccomandazione da parte dei carabinieri è che si illuminino tutte le parti condominiali senza lasciare angoli bui e dove possibile mettere del filo spinato nelle tubature esterne.