Valtiberina: ladri rubano cavi di rame altrove e scelgono la vallata toscana per estrarre l'anima dei cavi lontano dai centri abitati


Una banda di ladri di rame ha scelto la Valtiberina Toscana per separare le due parti di un cavo con anima di rame, dopo averlo rubato altrove. E per farlo ha scelto un luogo lontano dai centri abitati dove forse ha agito indisturbata in pieno giorno. Il posto scelto è in un territorio situato fra Anghiari, Caprese Michelangelo e Pieve Santo Stefano, in una piazzola in località Ponte Formule, dove sono stati trovati a terra diversi involucri di colore bianco, vale a dire la parte esterna di cavi e condutture in rame. Parrebbero delle condutture che usualmente vengono utilizzate per i condizionatori d’aria, apparecchiature queste che contengono un piccolo tubo proprio in rame. Di fatto però nelle ultime settimane nella vallata tosco-umbra non sono stati denunciati furti di questo tipo. E dunque questo materiale arriva di certo da fuori zona: la più recente segnalazione di un furto simile viene da Castiglion Fiorentino. E forse c’è un filo diretto tra questi due episodi.

Ultime notizie di Cronaca per Altro