ACCORDO STRATEGICO TRA SOGEPU E VALLE UMBRA SERVIZI


Sogepu e Valle Umbra Servizi (Vus) hanno firmato a Città di Castello, con i presidenti Cristian Goracci e Maurizio Salari, un accordo strategico che mette in sinergia la rispettiva impiantistica per il periodo 2017-2018 allo scopo di ottimizzare il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti provenienti dai 30 comuni serviti. Avendo valutato in anticipo i possibili scenari legati alle problematiche che interessano attualmente gli impianti e i flussi di rifiuti nell’Ati 2 e nel resto dell’Umbria, Sogepu e Vus hanno lavorato negli ultimi mesi per arrivare a un’integrazione delle attività aziendali per conseguire due obiettivi principali: escludere il trasferimento fuori regione delle frazioni provenienti dal trattamento del rifiuto indifferenziato raccolto nei territori di competenza ed evitare l’aumento delle tariffe applicate agli utenti.

L’ottica operativa – lo dichiara una nota di Sogepu - tiene conto del capitale pubblico delle due società e quindi della finalità primaria di agire nell’interesse dei cittadini. L’intesa dovrà servire a ottimizzare i flussi dei rifiuti, migliorare l’attività degli impianti di competenza, garantire una razionalizzazione dei trasporti finalizzata alla riduzione della movimentazione dei materiali da trattare e smaltire, oltre che mettere in rete le rispettive potenzialità aziendali. Tramite questo accordo, Sogepu e Vus svilupperanno nel biennio 2017-2018 i progetti di potenziamento dell’impiantistica già avviati nella prospettiva del completamento del ciclo di gestione integrata dei rifiuti regionale. Tutto ciò dovrà garantire l’autosufficienza dei territori serviti e rendere Sogepu e Vus punti di riferimento strategici per le esigenze della collettività umbra, in un quadro di collaborazione reciproca. Queste almeno le intenzioni annunciate dalle due società.