L’arte di Città di Castello torna in America: anche Nuvolo in mostra a New York.


Anche Nuvolo in mostra a New York. Sarà una retrospettiva delle opere tra 1950 e 1965 l’esposizione del tifernate Nuvolo, al secolo Giorgio Ascani, che la galleria Di Donna di New York inaugurerà il 26 ottobre 2017. Curata dal professor Germano Celant è la prima mostra monografica che gli Stati Uniti dedicano all’artista tifernate, deceduto nel 2008 e la cui promozione e tutela culturale è oggi supervisionata dall’Archivio Nuvolom, di cui è presidente la moglie Liana Baracchi Ascani e vice presidente il figlio Paolo Ascani. Le due opere scelte dal curatore americano della mostra appartengono alla donazione che la famiglia fece alla Pinacoteca comunale di Città di Castello. Le opere, che, una volta giunto anche il via libera del Ministero dei Beni Culturali, partiranno per l’America sono “Diagramma” del 1962, righe di cucito a macchina su tela non preparata, e “Cucito a macchina” del 1958, stoffa cucita a macchina. Sono esposte insieme alle altre 13, oggetto della donazione, in modo permanente ma a rotazione in una delle sale dell’ala moderna della Pinacoteca comunale.

La mostra arriva dopo due presenze di opere di Nuvolo in aste internazionali: Phillips New York nel maggio 2015 e Sotheby’s Londra ad ottobre del 2016, entrambe con risultati record per l’artista ed estremo interesse attorno a questa figura da parte degli operatori internazionali. La mostra, dal titolo “Nuvolo: 1950-1965”, sarà anche l’occasione per approfondire il periodo artistico che nel secondo dopoguerra coinvolse Roma in un'entusiasmante proposta di giovani artisti tra i quali anche Burri, Colla, Emilio Villa, Capogrossi e appunto Nuvolo. E proprio questo periodo creativo verrà mostrato a New York concentrando l’esposizione sul periodo 1950-1965 il periodo in cui Nuvolo sperimentava la tecnica della serotipia, dei daini e degli scacchi.

Ultime notizie di Cultura per Città di Castello