Al via la macchina organizzativa delle fiere di San Bartolomeo

Al via la macchina organizzativa delle fiere di San Bartolomeo
Al via la macchina organizzativa delle fiere di San Bartolomeo

Manca circa un mese ma la macchina delle Fiere di San Bartolomeo 2017 è già in moto. La Giunta comunale di Città di Castello ha infatti dato il via libera alla complessa organizzazione che sta dietro “ad uno degli eventi più rappresentativi della tradizione urbana tifernate, nel quale si conservano, rivisti, ammodernati e corretti, tutti gli elementi delle origini” dice l’assessore al Turismo e Commercio Riccardo Carletti, annunciando la data - da venerdì 25 a domenica 27 - e confermando la location ormai sperimentata da qualche anno e funzionale alle diverse tipologie espositive. Le Fiere di San Bartolomeo, essendo Merci e Bestiame richiedono modalità logistiche diverse per cui la mostra zootecnica sarà allestita tra Parcheggio E. Ferri e parco A. Langer. In queste aree troveranno spazio i commercianti di animali vivi, di prodotti connessi all’agricoltura, alla zootecnia o al giardinaggio, gli artigiani, gli hobbisti, e gli operatori che nell’ambito del bando del Piano di sviluppo rurale della Regione dell’Umbria sono inseriti nel progetto di produzione e valorizzazione anche commerciale delle eccellenze agricole locali.

Piazza Gabriotti e Matteotti, via Mario Angeloni e via XI Settembre, Piazza Fanti e Corso Vittorio Emanuele ospiteranno il mercato delle merci. In questo perimetro sono previsti spazi anche per gruppi, consorzi, cooperative e associazioni. “Stiamo lavorando per preparare al meglio le Fiere di San Bartolomeo, che è il primo appuntamento della città al rientro delle ferie - conclude Carletti - Come ogni anno cercheremo di arricchire l’offerta commerciale e quella folcloristica, attraverso percorsi specifici per i bambini e l’apporto di soggetti cittadini che sentono l’identità delle Fiere e che si spendono notevolmente per la buona riuscita della manifestazione. Mi riferisco in particolare alle società rionali di Graticole, Riosecco e Piosina, la cui presenza è sempre un valore aggiunto”.

 

 

Ultime notizie di Attualità per Città di Castello