Ordinanza del presidente della regione Umbria sul rischio idrico

Ordinanza del presidente della regione Umbria sul rischio idrico
Ordinanza del presidente della regione Umbria sul rischio idrico

Ordinanza del presidente della regione Umbria sul rischio idrico

La presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, ha firmato ieri mattina, martedì 18 luglio, l’ordinanza con la quale si fa divieto e si limita l’attingimento di acqua da numerosi corsi e corpi idrici della Regione. L’ ordinanza è valida dalle ore 24 del giorno 19/07/2017 fino alle ore 24 del 30 settembre 2017, salvo revoca della stessa precedente a tale data. Con questo provvedimento, che fa seguito ai numerosi monitoraggi effettuati dal Servizio Risorse idriche e rischio idraulico della Regione Umbria negli ulti mesi, si vieta l’attingimento sia ai titolari di concessione di derivazioni che ai titolari di licenza di attingimento per uso irriguo, uso irriguo non prevalente e ad uso irriguo finalizzato a produzione agroenergetica, mentre le limitazioni di attingimento sono estese anche a colo che a qualsiasi titolo utilizzano fonti di approvvigionamento idrico, per gli stessi scopi, da laghetti collinari, invasi, ecc. ad esclusione di quelli del Lago Trasimeno, del Lago di Piediluco, del fiume Nera e del Velino, per i quali rimangono valide le prescrizioni impartite nelle autorizzazioni di attingimento o dalle norme in vigore. Sono esclusi dalle limitazioni anche gli enti che gestiscono reti irrigue pubbliche o coloro che prelevano da reti irrigue gestite da soggetti pubblici ed anche coloro che fanno uso di impianti a goccia per i quali il divieto di attingimento sarà in vigore nei giorni festivi fino alle ore 19. Per quanto riguarda il territorio dell’Altotevere i torrenti interessati sono l’Aggia e Arginella, il Lana, Lerchi e Lucestro, il Rancale, Regnano, Scarola e Vaschi nel comune tifernate, il Minima e il Seano/Minimella fra i comuni di Umbertide e Città di Castello, il Vertola nel territorio Sangiustinese, il Cerfone  nel comune di Citerna e Niccone e Vallaccia fra i comuni di Umbertide e Lisciano Niccone.

CORPO IDRICO

COMUNE INTERESSATO

Romealla

Orvieto

Astrone

Città della Pieve

Fossalto

Fabro, Città della Pieve, Monteleone di Orvieto

Argento

Fabro,  Città della Pieve

Piandisette

Città della Pieve

Tresa

Città della Pieve, Paciano

Cestola

Perugia

Infernaccio

Perugia

Nestore

Piegaro, Perugia, Marsciano

Puglia

Deruta

Rio Bosco/Rio Grande

Perugia

Caina

Corciano

Sambro

Bettona

Boschiriolo

Perugia

Aggia

Città di Castello

Arginella

Città di Castello

Assino

Gubbio-Umbertide

Carpinella

Montone-Pietralunga

Cerfone

Citerna

Fosso Casanuova

Pietralunga

Lana

Città di Castello

Lerchi

Città di Castello

Lucestro

Città di Castello

Minima

Umbertide – Città di Castello

Niccone

Lisciano Niccone-Umbertide

Rancale

Città di Castello

Regnano

Città di Castello

Scarsola

Città di Castello

Seano/Minimella

Umbertide – Città di Castello

Vallaccia

Lisciano Niccone-Umbertide

Vaschi

Città di Castello

Vertola

San Giustino