Tanta gente all'incontro pubblico per il Liceo Artistico di Anghiari

Tanta gente all'incontro pubblico per il Liceo Artistico di Anghiari
Tanta gente all'incontro pubblico per il Liceo Artistico di Anghiari

Il futuro del Liceo Artistico di Anghiari è uno dei temi che sta più a cuore all’Amministrazione Comunale di Anghiari e all’intera cittadinanza. La conferma, nel caso ce ne fosse stato bisogno, è arrivata lunedì 3 luglio in occasione dell’incontro pubblico che si è svolto nella Sala del Consiglio di Palazzo Pretorio. Alla “tavola rotonda” che è stata promossa dall’Amministrazione Comunale e in particolar modo dall’assessore alla scuola e alle politiche sociali Angela Cimbolini hanno infatti preso parte molti anghiaresi che hanno riempito la Sala del Consiglio (le splendide decorazioni del pavimento in legno sono stato realizzate proprio dagli studenti dell’ex Istituto d’Arte) partecipando in modo attivo al dibattito, esprimendo punti di vista sull’attuale situazione ed ipotesi per favorirne il rilancio.

All’incontro hanno partecipato tra gli altri, oltre all’assessore Angela Cimbolini anche il sindaco di Anghiari Alessandro Polcri ed il dirigente scolastico del Liceo Artistico Luciano Tagliaferri. Le Istituzioni ed il massimo esponente dell’ex Istituto d’Arte hanno preso un impegno concreto per la salvaguardia e per il rilancio della storica scuola che da sempre rappresenta un vero e proprio fiore all’occhiello per Anghiari e per l’intero territorio.

L’importanza dei temi affrontanti nella serata Quali prospettive per il Liceo Artistico di Anghiari è stata ribadita dall’assessore Angela Cimbolini. “E’ stata una serata interessante e molto partecipata a testimonianza di quanto il futuro della nostra scuola stia a cuore alla popolazione. Il progetto che partirà deve essere condiviso dalla cittadinanza e l’attaccamento che è stato dimostrato lunedì è un buon punto di partenza per individuare il percorso da seguire. Il nostro è un impegno forte e deciso per promuovere il Liceo Artistico di Anghiari sotto ogni punto di vista, nella comunicazione come nella formazione. La scuola deve tornare ad essere un punto di riferimento per quello che riguarda le varie professionalità legate alla sua storia. Questo è possibile solo se portiamo avanti un progetto forte e condiviso e perché il Liceo Artistico deve tornare ad essere centrale nella vita del paese e nel mondo del lavoro”.

Ulteriore conferma su quanto il futuro del Liceo Artistico stia cuore all’Amministrazione Comunale e alla cittadinanza è arrivata dal sindaco di Anghiari Alessandro Polcri. Queste le sue dichiarazioni sull’incontro di lunedì. “Il riscontro è stato positivo per il numero di persone che hanno partecipato alla tavola rotonda e per gli spunti interessanti che sono emersi. Credo che gli aspetti più importanti da cui ripartire siano le 5L, cioè i cinque laboratori che devono tornare a funzionare pienamente: la tarsia, l’intaglio, la laccatura, l’ebanisteria, il restauro. Tutto ciò per coniugare la tradizione accanto all’innovazione che potrebbe arrivare dall’uso delle nuove tecnologie applicate al design del legno.

Fondamentale sviluppare un progetto che possa aprire i confini della scuola al mondo dell’impresa. La volontà è creare una sorta di centro di ricerca per le eccellenze che possa fare da contenitore per i nuovi bisogni del territorio. Un esempio che mi viene subito in mente è quello dello sviluppo dei percorsi di integrazione fra pubblico e privato. Aspetti da considerare per salvaguardare e per dare di nuovo prestigio alla nostra scuola e farla tornare ad essere un’eccellenza assoluta”.