Il Centro Mola Casanova approda in Sicilia

Il Centro Mola Casanova approda in Sicilia
Il Centro Mola Casanova approda in Sicilia

Si è appena conclusa l’avventura di Mola Casanova nell’entroterra siciliano. La società Ambiens srl, di Piazza Armerina, infatti, ha invitato i gestori del Parco Mola ad intervenire al convegno “La tutela dell’ambiente tra valore etico e mission aziendale” che si è tenuto lo scorso 25 giugno. L’obiettivo era quello di illustrare alla platea la realtà di Mola Casanova per creare anche in Sicilia un parco sulla sostenibilità ispirato alla realtà umbertidese.
Tutto è nato grazie al web, quando l’Ingegnere Guido Sciuto si è imbattuto nel sito di Mola. Ha contattato il centro, è venuto a visitarlo ed ha deciso di prendere Mola Casanova Green Energy Park come punto di riferimento per il suo progetto siciliano. La società Ambiens, infatti, ha intenzione di intraprendere un percorso di sviluppo finalizzato alla promozione della sostenibilità.
L’evento del 25 giugno a Piazza Armerina è stato il primo passo di questo percorso, e si è tenuto in occasione della settimana europea della sostenibilità “Sustainable Energy Week – clean energy for all europeans”.
L’Ingegnere Sciuto ha rapporti di lavoro internazionali nell’ambito delle energie rinnovabili e la dimensione Europea non può che fare da sfondo alle attività di promozione e sviluppo legate al progetto.
La giornata è iniziata con la cerimonia di inaugurazione della stazione meteorologica di Ambiens srl, che costituisce il primo step dell’Energy Park Siciliano.
A seguire, si è tenuto il convegno che ha visto la partecipazione di illustri relatori fra cui il Professor Rossi dell’Università di Catania che è intervenuto esponendo l’evoluzione del concetto di sostenibilità verso una dimensione che si fonde con un’ecologia di tipo integrale.
Fra gli altri interventi, è da ricordare il contributo di Mauro Marani responsabile Enea, che ha promosso la costituzione di una rete di formazione ambientale per la diffusione dell’energia sostenibile e di comportamenti consapevoli.
La Dott.ssa Tatiana Roscini e l’Architetto Giuliano Ciocchetti, gestori di Mola Casanova, hanno chiuso l’evento relazionando sulla mission di Mola Casanova, sulle dinamiche di gestione, sulle criticità e sui punti di forza.
I partecipanti, con domande e richieste di chiarimenti, hanno dimostrato un vivo interesse verso la realtà umbertidese.
A settembre è già fissato un nuovo incontro per continuare il percorso avviato che vede la costituzione di una rete sinergica per lo sviluppo e la diffusione della sostenibilità ambientale ed energetica nel territorio italiano ed europeo.