La società rionale Prato rimanda al prossimo anno le Giornate dell' Artigianato Storico

La società rionale Prato rimanda al prossimo anno le Giornate dell' Artigianato Storico
La società rionale Prato rimanda al prossimo anno le Giornate dell' Artigianato Storico

Un anno sabbatico per “Le giornate dell’artigianato storico” a Città di Castello. Questa è la decisione della società rionale Prato che è stata resa pubblica in questi giorni. Subito si sono scatenate le polemiche da parte degli affezionati alla festa, ma il presidente Gaspare Pierangeli ci tiene a precisare quali siano le motivazioni che a malincuore hanno spinto gli organizzatori a rimandare di un anno la manifestazione. «Le nuove disposizioni che sono state emanate dal Governo dopo i tragici fatti in piazza San Carlo a Torino lo scorso 3 giugno - ha spiegato Pierangeli – hanno portato il consiglio amministrativo della società rionale a prender la decisione di rimandare la manifestazione. Per le autorizzazioni complete servirebbero molte più settimane, rispetto alle cinque a disposizione prima dell'inizio dell'eventuale manifestazione».

Pierangeli sottolinea inoltre che, «per una festa del genere, che coinvolge un intero rione, dove sono previste circa 15/20 mila persone durante le quattro serate, si dovrebbe lavorare per un anno intero». Il presidente ricorda che la società rionale con i suoi 152 anni è la più antica d’Italia, un patrimonio questo che deve essere rispettato e dopo anni di successi per una festa storica e molto attesa non potevano permettersi di organizzare in malo modo un’edizione che non avrebbe reso quanto avrebbe dovuto.

Purtroppo i vincoli burocratici che stanno subentrando negli ultimi anni stanno rendendo quasi proibitiva l’organizzazione di feste, sagre e manifestazioni in genere. Dopo 40 anni all’interno della società rionale, il primo ad avere a cuore la manifestazione è proprio Pierangeli che sottolinea come l’astenersi dal realizzare la festa nel 2017 porterà sicuramente ad una riqualifica generale nell’organizzazione della prossima edizione che tornerà puntuale a fine agosto nel 2018. A volte bisogna fermarsi per potersi migliorare e una scelta simile dovrebbe essere considerata segno di saggezza e non di vigliaccheria.