Presentato in commissione "Servizi e Partecipazioni" l'accordo fra Città di Castello, San Giustino e Citerna per la gestione del nuovo appalto

Presentato in commissione "Servizi e Partecipazioni" l'accordo fra Città di Castello, San Giustino e Citerna per la gestione del nuovo appalto
Presentato in commissione "Servizi e Partecipazioni" l'accordo fra Città di Castello, San Giustino e Citerna per la gestione del nuovo appalto

"Città di Castello, San Giustino e Citerna tornano insieme nella gestione in forma aggregata dell’appalto del servizio di ristorazione scolastica, grazie a un accordo di programma che consentirà di conseguire prezzi maggiormente competitivi, assicurare la tutela dei diritti umani lungo l’intera catena di fornitura e salvaguardare la qualità delle mense che lavoreranno per gli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado”.

Lo ha annunciato l’assessore tifernate alla Scuola Rossella Cestini nella seduta della commissione “Servizi e Partecipazioni” di ieri, nella quale è stata presentata l’intesa raggiunta tra i comuni più a nord dell’Alta Valle del Tevere per la gestione unificata delle procedure di gara per l’affidamento del servizio di ristorazione scolastica (approvvigionamento, preparazione dei pasti, veicolazione) e per l’affidamento delle funzioni ausiliarie connesse (distribuzione, sporzionamento), per le quali l’amministrazione tifernate sarà stazione appaltante.

L’accordo di programma passerà al vaglio dei consigli comunali, che dovranno licenziarlo per avviare le successive procedure di appalto del servizio.