A Roma incontro al Ministero sulla ex Fcu

A Roma incontro al Ministero sulla ex Fcu
A Roma incontro al Ministero sulla ex Fcu

Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs italiane) potenzierà l’infrastruttura e i livelli di sicurezza della rete regionale di Umbria Mobilità. È questo il contenuto dell’accordo siglato ieri da Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria, Maurizio Gentile, Amministratore Delegato di RFI, e Raffaella Diosono, Direttore Amministrativo di Umbria TPL e Mobilità, alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, e dell’Amministratore delegato di FS Italiane, Renato Mazzoncini. Presente anche l’assessore ai Trasporti ed Infrastrutture della Regione Umbria, Giuseppe Chianella.

“L’operazione – ha sottolineato Renato Mazzoncini, AD FS Italiane – rientra a pieno nelle linee guida del nostro Piano industriale per i prossimi 10 anni. L’innalzamento dei livelli di sicurezza e l’integrazione tra reti ci permetteranno, assieme alle altre iniziative intraprese, di incrementare la mobilità integrata, uno dei pilastri del nostro progetto”.

“Con questo accordo di oggi, Rete Ferroviaria Italiana mette a disposizione della rete umbra il proprio know how e la propria esperienza – ha affermato Maurizio Gentile, AD RFI –. Siamo fiduciosi che seguiranno ulteriori intese con altre istituzioni territoriali, così da avere la possibilità di applicare su altre linee regionali ex concesse le nostre competenze e le best practice che rendono la rete ferroviaria nazionale una fra le più sicure in Europa”.

“Oggi scriviamo una pagina molto importante ed innovativa per la storia del trasporto ferroviario in Umbria. La firma dell’accordo – ha dichiarato la presidente Marini, insieme all’assessore Chianella - rappresenta il punto di arrivo di un percorso che abbiamo avviato insieme al Gruppo FS, con l’intento di superare le criticità che hanno caratterizzato negli ultimi anni la gestione della Fcu”.