Colpo di scena Alberto Santucci si dimette da sindaco di Badia Tedalda dopo il sequestro dell’isola ecologica da parte dei Carabinieri forestali

Colpo di scena Alberto Santucci si dimette da sindaco di Badia Tedalda dopo il sequestro dell’isola ecologica da parte dei Carabinieri forestali
Colpo di scena Alberto Santucci si dimette da sindaco di Badia Tedalda dopo il sequestro dell’isola ecologica da parte dei Carabinieri forestali

Alberto Santucci si dimette dalla carica di sindaco di Badia Tedalda, a seguito di quello che Santucci considera “l'ennesimo gesto di "accanimento" nei suoi confronti da parte del Corpo Forestale prima e dei Carabinieri Forestali ora, e ha già informato il Prefetto e i suoi collaboratori di giunta, aggiungendo che stavolta ha deciso di uscire completamente di scena, il che comporterà inevitabili ripercussioni anche a livello comprensoriale, perché ciò comporta l'automatica "vacatio" anche alla presidenza dell'Unione Montana dei Comuni della Valtiberina Toscana.

Da tempo le relazioni fra il sindaco di Badia Tedalda Santucci e la Forestale erano tesi, almeno dall’anno scorso, quando al no alla disputa di una manifestazione motociclistica per l'assenza di un certificato era seguito il sequestro di un cantiere lungo la Marecchiese per aver tagliato una porzione in più di vegetazione nella risistemazione della strada. E Alberto Santucci aveva risposto picche, sfrattando la Stazione dei Carabinieri Forestali, che venne spostata a Pieve Santo Stefano. Adesso il Comune appenninico era riuscito ad accedere a un finanziamento per la realizzazione dell'isola ecologica in paese: ma anche questa è stata sequestrata con tanto di apposizione dei sigilli. A seguito delle dimissioni del sindaco, a Badia Tedalda verrà inviato il commissario prefettizio, che rimarrà in carica fino alla prima data utile per le prossime elezioni.