Sansepolcro: adduzione idrica e antincendio aggiunti nel primo stralcio dei lavori di riqualificazione della zona industriale Alto Tevere


Collegamento alla rete idrica e dispositivi antincendio per la zona industriale Altotevere di Sansepolcro: finora le aziende presenti sono state allacciate a pozzi privati, pur avendo per anni gli imprenditori pagato per opere di urbanizzazione mai realizzate, come ad esempio per le condutture dell’acqua. È stato Riccardo Marzi, assessore biturgense ai lavori pubblici, ad annunciare l’iniziativa del Comune durante l’ultima seduta del consiglio comunale. si tratta di un primo stralcio di interventi che però comprende anche tubazioni e antincendio. Da ricordare che la precedente amministrazione comunale aveva siglato con la Regione Toscana un accordo di programma che prevedeva vari interventi per un totale di un milione e mezzo di euro; il primo stralcio comprende lavori per mezzo milione di euro.

Sarà adesso Nuove Acque a realizzare l’impianto, dal quale deriverà anche il dispositivo antincendio con le relative colonnine, indispensabili per i vigili del fuoco, che in caso di emergenza finora erano obbligati a fare la spola per riempire d’acqua le autobotti. Quanto alla canalizzazione, il Comune di Sansepolcro garantirà la dorsale principale; poi ogni utente pagherà l'eventuale allaccio. L'antincendio va dunque a sommarsi alla sistemazione dell'illuminazione pubblica e del manto stradale, oltre che all'inserimento del percorso ciclopedonale. Quanto ai tempi, sono in corso le gare d’appalto per tutti gli interventi. In primavera sarà al via la fase operativa.