Quotazioni stellari per un opera di Burri: Record di 10 milioni per un opera


Non si ferma la continua rivalutazione finanziaria delle opere di Alberto Burri. Decisamente l’opera del maestro tifernate dell’informale sta vivendo un periodo felice: non ci sono soltanto i numeri importantissimi relativi alle visite alle tante mostre che in giro per il mondo hanno celebrato il primo centenario dalla nascita dell’artista. A questi si aggiungono le quotazioni economiche delle sue opere, che hanno avuto una forte impennata nelle aste del 2016. I maggiori esperti del settore a più riprese hanno messo in luce questo fenomeno, precisando anche che sono cresciute anche le possibilità di acquistare le opere di Burri nelle classiche “Evening Sale”, e non soltanto attraverso contrattazioni private fra le parti, spesso complicate, che comunque avvengono nella riservatezza delle gallerie d’arte specializzate. Fino al 2014 era proprio questa la consuetudine. Ora è diverso, tanto che proprio dal 2014 il fatturato in asta delle opere di Burri è cresciuto sensibilmente, passando dai 17 milioni di euro di due anni e mezzo fa ai 21 milioni di euro del 2015 fino ai 32 milioni di euro del 2016.

Il botto vero e proprio è avvenuto a febbraio 2016, quando il «Sacco e Rosso» di Alberto Burri venne battuto da Sotheby's - nella sua prima evening sale del 2016 - per oltre 10 milioni di euro, stabilendo il nuovo primato dell'artista, fra l’altro con un’opera che era fra quelle esposte nella retrospettiva al Guggenheim di New York. Questo risultato eccezionale a sua volta ha provocato un altro record, facendo chiudere a Burri l'anno 2016 col più alto fatturato mai realizzato fino ad oggi e cioè 32 milioni di euro. Contestualmente il prezzo medio di aggiudicazione delle sue opere, sempre nel corso delle aste, è passato dai 760 mila nel 2014 ad oltre 1 milione del 2016. Intanto dal 25 gennaio è possibile visitare ad Arte Fiera di Bologna l'esposizione dedicata agli Arazzi di Alberto Burri. Di questo hanno parlato nel capoluogo emiliano lo storico e critico Bruno Corà, presidente della Fondazione Albizzini Burri, e Angela Vettese, direttrice di Arte Fiera.

Ultime notizie di Cultura per Città di Castello