Tentata estorsione ai danni di un anziano. Dopo la denuncia dell'uomo i poliziotti con una trappola bloccano due Kosovari


Sventato dalla Polizia di stato a Sansepolcro un tentativo di estorsione ai danni di un anziano biturgense, il quale avrebbe dovuto consegnare una somma in denaro con la quale pagare il silenzio nei suoi confronti da parte degli estorsori. All'incontro però erano presenti anche gli agenti dell’Ufficio Anticrimine del Commissariato di Polizia di Sansepolcro, che la vittima del ricatto aveva in precedenza informato. E dunque due kosovari, un uomo di 57 anni e il figlio maggiorenne sono caduti a loro volta nella trappola. I due avevano sollevato delle accuse di pura fantasia nei confronti dell’anziano, e pensavano di poter sfruttare il timore e l’ansia dell’uomo per le possibili ritorsioni, così sotto minaccia avevano fatto richiesta di una grossa somma di danaro in cambio del loro silenzio. L’anziano, un 87enne benestante di Sansepolcro, è dovuto anche ricorrere alle cure mediche a causa dello stato di agitazione in cui si trovava. Dopo svariati contatti con i due truffatori ha fortunatamente avuto il coraggio di denunciare l’accaduto e così la polizia di Stato ha immediatamente avviato le indagini e costruito la trappola per incastrarli. Gli uomini dell’anticrimine infatti, dopo aver acquisito tutte le informazioni utili in accordo con il pensionato hanno fissato un finto appuntamento per la consegna del denaro che doveva essere estorto: seguite le tracce dei due kosovari i poliziotti sono riusciti ad intercettarli e bloccarli traendoli quindi in arresto.

Ultime notizie di oria per Sansepolcro