Michele Bravi sul palco di Sanremo. Il sindaco Bacchetta dichiara "Saremo accanto a lui in questa importante prova"


Mancano poche ore e finalmente, questa sera su Raiuno, Michele Bravi si esibisce per la prima volta sul palco più ambito della musica italiana, quello del Festival di Sanremo. La sua Città di Castello è pronta ad applaudire il giovane cantante tifernate e si legge orgoglio nelle parole del primo cittadino Luciano Bacchetta, che ha espresso “a nome di tutta la comunità tifernate il più sentito in “bocca al lupo” a Michele Bravi, per la prestigiosa presenza alla 67esima edizione del Festival di Sanremo accanto ai big, vere e proprie icone della musica italiana, a testimonianza della maturità professionale che ha raggiunto grazie al suo talento e determinazione”. Bacchetta si è detto certo “che questa opportunità, dopo il successo di tre anni fa a X Factor e i traguardi raggiunti in ambito discografico, corona un sogno personale, della sua famiglia, dei numerosi fans in particolare fra i giovani, di un’intensa e ricercata attività musicale, di una carriera di primissimo piano nel panorama nazionale e internazionale della discografia”.

Michele Bravi si esibisce questa sera al teatro Ariston con il brano “Il diario degli errori” scritto e composto da Cheope (cioè Mogol junior), Giuseppe Anastasi e Federica Abbate. Il sindaco tifernate ha aggiunto che “come ha già commentato Michele sui social-network, Sanremo è il palco più importante d’Italia, dove è stata scritta la storia della musica leggera: essere lì è motivo di orgoglio e soddisfazione anche per una intera comunità come quella di Città di Castello, onorata – sono sempre parole di Luciano Bacchetta - di essere rappresentata da un giovane talento che grazie alle note e melodie della sua canzone riuscirà a veicolare il nome e l’immagine della città e della regione”. “Saremo accanto a lui – ha concluso la sua nota stampa Bacchetta – in questa impegnativa prova affinché raccolga i meritati risultati del suo impegno, gli apprezzamenti della critica per un futuro brillante. Forza Michele …”