Troppo traffico e poche barriere per la sicurezza stradale. Sotto accusa Via Coventry a Città di Castello per la sua pericolosità


A Città di Castello Via Coventry preoccupa il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Andrea Lignani Marchesani che interpella il sindaco sulla pericolosità della zona legata all’intensità del traffico e alla mancanza di barriere sulla linea ferroviaria. La particolare conformazione a ferro di cavallo di via Coventry e la differente larghezza della carreggiata nei vari lati delle vie crea ingorghi e disagi per gli abitanti, cosa che si aggiunge all’asfalto in situazioni pietose e a cartelli stradali addirittura rivoltati verso le case e non verso gli utenti della strada. Lignani sottolinea soprattutto la pericolosità di una linea ferroviaria che la Regione Umbria ha lasciato a se stessa a nord di Umbertide e che proprio nel tratto adiacente via Coventry ha bisogno di un intervento urgente. Non esiste, infatti, alcuna barriera protettiva e si può accedere direttamente alla linea ferroviaria. La scarsità attuale di convogli ferroviari è un’aggravante perché potrebbe incentivare gesti imprudenti soprattutto da parte di minori.