SERIE D: VITTORIA PER 3-1 CONTRO L’ACQUASPARTA E ORA AL SAN GIUSTINO VOLLEY SERVE UN PUNTO AD AMELIA PER METTERSI IN SALVO


Una partita - l’ultima, decisiva e senza appello - che vale un’intera stagione. Il San Giustino Volley di Serie D ha in mano la possibilità per dare il colpo di spugna a un’annata tribolata, ma sabato ad Amelia dovrà vincere i due set che garantiranno il punto e, con esso, anche il primo posto nel mini-girone dei play-out, con la conseguente conquista della salvezza. La vittoria per 3-1 al PalaVolley ottenuta sabato 22 aprile scorso sull’Acquasparta, al termine di un match combattuto ma disputato con il giusto piglio (25-22, 22-25, 25-23 e 23-18 i parziali), ha trasmesso molta fiducia nel clan biancazzurro e nel tecnico Claudio Nardi, che proprio in questa seconda fase del campionato sta notando la crescita del gruppo: i meccanismi di gioco stanno funzionando come mai era avvenuto finora e la riacquisita condizione di alcune atlete, vedi la centrale Beatrice Borsi (determinante contro l’Acquasparta), è una garanzia importante in vista del match conclusivo in terra ternana contro l’Amerina, che andrà in scena alle 21.00 di sabato 29 aprile. Lo abbiamo già sottolineato: anche una sconfitta al tie-break sarà sufficiente per raggiungere il traguardo (perché finora nelle sfide play-out ognuna ha ottenuto vittorie piene in casa), mentre un ko senza punti condannerebbe il San Giustino per il calcolo del quoziente set. Nardi avrà tutte le atlete a disposizione ed è un altro presupposto basilare per giocarsi la grande chance che si presenta davanti: in una sola gara, riscattare un campionato.