“Ricordare il 25 aprile per difendere la libertà”: Sansepolcro celebra la Liberazione


Martedì 25 aprile Sansepolcro ha ricordato il 72esimo anniversario della Liberazione nazionale. Le celebrazioni in città, medaglia d’argento al valore militare, hanno preso il via dalle 11:00 alla sede municipale di Palazzo delle Laudi dove, alla presenza del Sindaco Mauro Cornioli, dei rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e dei membri dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, si è radunato il corteo che dal centro storico ha raggiunto il parco di Via XXV Aprile.
Qui, come consuetudine, si è tenuta la tradizionale deposizione della corona d’alloro, seguita dal conferimento di uno speciale riconoscimento ai familiari del partigiano Fausto Moriani da parte di Anpi Sansepolcro. L’evento ha visto inoltre l’intervento della banda “Filarmonica dei Perseveranti” che ha accompagnato l’intera mattinata con squilli e musiche popolari.

“Ricordare il 25 Aprile significa difendere la libertà, il dono più prezioso per ogni essere umano – ha dichiarato il Sindaco Mauro Cornioli nel corso suo intervento – La Liberazione ci ricorda che il regime fascista non esiste più, ma che potrebbe tornare sotto altre subdole forme. Questo deve spingerci a stare in guardia costantemente, informando le generazioni più giovani e dando il buon esempio.”

“È fondamentale comprendere che il 25 aprile è molto più di una commemorazione, bensì una scelta – ha invece commentato il Presidente di Anpi Sansepolcro Patrizia Fabbroni – Una scelta consapevole di ogni cittadino. Essere cittadino è un impegno serio, è una questione importante, non è banale. Quindi invito tutti a ripensare quanto sia importante per ognuno di noi tener conto che possiamo condividere un bene pubblico, e dobbiamo pensare che 72 anni di pace non sono un’occasione per mancare di nuovo, ma anzi ancora tutti insieme ci dobbiamo credere. Con il 25 aprile come scelta.”