A Sansepolcro arrestato il ladro della Nissan Qashqai


È finito in manette il 27enne ucraino ma residente da molti anni in Valtiberina che venerdì pomeriggio a Sansepolcro si era reso responsabile di vari furti commessi uno dopo l’altro. Il giovane, di professione pizzaiolo, è stato arrestato dai Carabinieri della Tenenza di Sansepolcro, che hanno ricostruito la sequenza di reati in serie compiuti dall’ucraino. In un primo momento il 27enne era entrato in un appartamento dove però era stato messo in fuga dal proprietario; poi aveva rubato un’auto, la Nissan Qashqai di proprietà della titolare del forno La Spiga, dopo che le aveva portato via le chiavi dal laboratorio del forno in questione. I militari hanno potuto identificare il responsabile abbastanza facilmente, visti anche i precedenti specifici dei quali si era macchiato.

È infatti di qualche giorno fa il furto di un’auto a Città di Castello, poi abbandonata a San Giustino dopo che i Carabinieri si erano messi sulle sue tracce. L’ucraino era stato riconosciuto dalle persone che l’avevano denunciato attraverso l’esame di una serie di foto segnaletiche. L’arresto è avvenuto nell’appartamento in cui il 27enne abita con la madre. Il giovane è stato trovato ancora in possesso delle chiavi della Nissan Qashqai rubata, che fra l’altro è stata trovata in un parcheggio ed è risultata danneggiata a causa di un incidente i cui dettagli sono in fase di accertamento da parte delle forze dell’ordine. Ora il ladro si trova nel carcere di Arezzo. È stato infatti accertato il rischio di fuga, visto che il 27enne stava per spostarsi in Austria di qui a qualche giorno.