Cala il sipario sull'edizione 2017 di Chiostri Acustici che come non mai ha avuto un grande successo di pubblico

Cala il sipario sull'edizione 2017 di Chiostri Acustici che come non mai ha avuto un grande successo di pubblico
Cala il sipario sull'edizione 2017 di Chiostri Acustici che come non mai ha avuto un grande successo di pubblico

Grande partecipazione di pubblico per l’iniziativa CHIOSTRI ACUSTICI TRA UMBRIA E TOSCANA 2017 che ha visto un tutto esaurito in ognuno dei sette appuntamenti in programma. L’iniziativa promossa e coordinata dal Museo Diocesano di Città di Castello ha visto la collaborazione dei Comuni dell’Alto Tevere Umbro – Città di Castello, Citerna, Montone, Monte Santa Maria Tiberina, Montone, Umbertide e per la prima volta di San Sepolcro nella vicina Toscana. Complici sono stati sicuramente i luoghi di straordinario interesse architettonico e di grande suggestione artistica che - sostiene Catia Cecchetti - hanno veicolato non solo i cittadini residenti ma anche i numerosi turisti presenti nel nostro territorio nei trascorsi mesi estivi. Il primo concerto si è tenuto nel Chiostro del Museo Diocesano di Città di Castello lo scorso 15 luglio poi la cornice è stata la Cappella Lauretana a Villa Magherini Graziani a Celalba di San Giustino, per proseguire nel Chiostro della Torre di Palazzo Bourbon del Monte a Monte S. Maria Tiberina fino al Chiostro del Palazzo Comunale di Citerna e al Chiostro di San Francesco a Montone. Gli ultimi due appuntamenti, il 23 e il 27 agosto scorsi, hanno avuto come scenario il Chiostro della Biblioteca comunale - Palazzo Ducci del Rosso a Sansepolcro e il Chiostro di San Francesco ad Umbertide. Molto bravi tutti gli esecutori: gli allievi della Classe di Canto della Scuola Comunale di Musica “G. Puccini” di Città di Castello con la docente Catharina Scharp e il direttore Mario Cecchetti, ma anche gli allievi del M.to Laureta Cuku della Scuola Nova Musica, la Corale Braccio Fortebraccio di Montone diretta da Stefania Cruciani e il Chorus Fractae Ebe Igi guidato da Paolo Fiorucci; hanno conquistato una folta platea anche il duo chitarristico Agostinelli – Zampini e il Quartetto Cherubini Ruben Marzà - Sassofono Baritono, Leonardo Cioni - Sassofono Tenore Adele Odori - Sassofono Contralto e Simone Brusoni - Sassofono Soprano. La Videoproiezione “Ipazia: martire della libertà di pensiero” ha visto grande partecipazione di pubblico con interventi e approfondimenti sulla figura della martire cristiana. Lo scopo dell’iniziativa di Chiostri Acustici è stato conseguito con successo e grande entusiasmo, segno evidente di un forte legame con il proprio territorio di appartenenza da parte dei residenti e di grande attenzione per l’arte in tutte le sue forme dei numerosi turisti partecipanti. Inoltre la sinergia tra la Diocesi tifernate ed i comuni conferma come fare rete sia una modalità vincente estesa per la prima volta alla Regione Toscana con la collaborazione del Comune biturgenze. Già si pensa a future collaborazioni ed iniziative concertate in perfetta sinergia e con una attenta programmazione.

 

Ultime notizie di Cultura per Città di Castello