Mostra del Cavallo 2017: per la Lega Nord "si può fare all'Ansa del Tevere ma dovrà essere all'altezza degli anni precedenti"

Mostra del Cavallo 2017: per la Lega Nord "si può fare all'Ansa del Tevere ma dovrà essere all'altezza degli anni precedenti"
Mostra del Cavallo 2017: per la Lega Nord "si può fare all'Ansa del Tevere ma dovrà essere all'altezza degli anni precedenti"

"Si alla Mostra del Cavallo all'Ansa del Tevere purché si riesca a garantire una manifestazione all'altezza degli anni precedenti": a Città di Castello la Lega Nord per voce del capogruppo consiliare Riccardo Augusto Marchetti dichiara il proprio placet a una edizione 2017 della manifestazione ma fa anche alcuni distinguo. Marchetti in una nota ha infatti spiegato che la Lega concorda “sulla proposta di spostare la Mostra del Cavallo al Parco Langer Ansa del Tevere, anche perché la zona si colloca ai piedi del centro storico ed esistono ad oggi strutture mobili esteticamente adeguate”. Marchetti nel documento aggiunge che questo “potrebbe essere un ottimo spunto per rivitalizzare il cuore pulsante del capoluogo tifernate, anche se” a parere della Lega Nord ci sono “delle condizioni da rispettare. La macchina organizzativa e il Comune di Città di Castello debbono, sempre ad avviso dell’esponente leghista tifernate, essere in grado di garantire un evento quanto meno all'altezza degli anni precedenti”: a parere di Riccardo Marchetti “per Città di Castello è l'ultima chiamata” e non ci si può permettere di “perdere una simile manifestazione”. Si tratta del resto – si legge nella nota stampa – “di un evento di caratura internazionale che negli anni passati ha portato nel territorio tifernate migliaia di turisti oltre ai partecipanti, dando vita a un giro economico di tutto rispetto”. E a parere della Lega Nord “se gestita bene, questa mostra potrebbe davvero essere considerata il trampolino di RI-lancio per Città di Castello in fase di turismo e promozione del territorio”. I dubbi della Lega invece “nascono nel momento in cui si analizza la fase procedurale del progetto stesso”. E il documento di Marchetti cita “l'idea presentata dal sindaco Bacchetta in Commissione Programmazione, che prevede testualmente: "l'acquisto di terreni da parte di privati cittadini, terreni che, tramite un cambio di destinazione d'uso, potrebbero essere adeguati a ospitare l'evento espositivo"; e la Lega chiede: “che fine farebbe la struttura dedicata una volta terminata la Mostra del Cavallo? E di chi sarebbe la proprietà di quel plesso?”. E il comunicato a firma di Riccardo Marchetti rimanda “al consiglio comunale tifernate attraverso degli atti ispettivi”.