Atti vandalici e un tentato furto negli edifici scolastici nella zona Campaccio a Sansepolcro

Atti vandalici e un tentato furto negli edifici scolastici nella zona Campaccio a Sansepolcro
Atti vandalici e un tentato furto negli edifici scolastici nella zona Campaccio a Sansepolcro

Atti di vandalismo e un tentato furto nella zona Campaccio a Sansepolcro. Ad essere stati presi di mira sono gli edifici dei Licei superiori.

Vetri spaccati, mura rotte, bici distrutte e abbandonate, bottiglie e immondizia ovunque, reti divelte e come detto anche un tentativo di furto.

Partiamo proprio da questo: due mattine fa infatti una bidella degli istituti ha fatto l’amara scoperta trovando una scala abbandonata utilizzata per salire sul tetto e raggiungere da lì l’aula computer dove all’interno si trovano attrezzature tecnologiche di ultima generazione recentemente acquistate. I soliti ignoti però sono forse stati spaventati da qualcosa o da qualcuno, tant’è che hanno abbandonato la scala, e quindi anche l’intenzione di furto, scappando.

Nella parte posteriore dell’edificio invece qualcuno ha ben pensato di fare il tiro a segno con le finestre degli istituti superiori mandando in frantumi diverse vetrate che sono state per ora chiuse con dei pannelli di compensato. Ma pare che il passatempo di questi sportivi non sia solo quello del “lancio del sasso” ma anche quello della bicicletta: infatti in fondo ad una scalinata è stata abbandonata una mountain bike completamente distrutta oltre ad alcune pietre che sono state portate via dai vari muretti del parco.

Con la caparbia di un minatore infatti si sono messi ad estrarre molte pietre per poi lanciarle a destra manca senza motivo e con il rischio di fare seri danni oltre che di farsi del male. Le reti che delimitano la zona riservata agli scivoli per skateboard sono state piegate e rovinate.

A lamentare un continuo bivacco serale e notturno, con conseguente degrado e abbandono di rifiuti di ogni genere, sono gli stessi dipendenti comunali che si ritrovano ogni mattina, giorni feriali compresi, a dover ridare decoro ai vari punti di ritrovo della città. Ogni sera infatti i frequentatori della zona di Porta Fiorentina spostano tutte le panchine per lasciarle poi alla meno peggio pensando forse che al mattino come per magia tornino poi al loro posto. Il tutto senza avere nemmeno l’accortezza di gettare le bottiglie di vetro vuote nei cestini. E se proprio nel bel mezzo di una passeggiata inaspettatamente capita di dover dare sfogo ad un bisogno impellente, non importa dove si trovi il bagno perché ogni via del centro storico si può trasformare comodamente in un orinatoio. La popolazione chiede maggiori controlli da parte delle autorità, soprattutto durante le ore serali e si appellano anche alla tanto ambita buona educazione casalinga per poter far crescere giovani responsabili e rispettosi.