A Selci va in scena “Il sistema don Abbondio – un disperato ritratto delle cose d’Italia”


Nuovo appuntamento con “Il sistema don Abbondio – un disperato ritratto delle cose d’Italia” , organizzato dalla Spi Cgil Alto Tevere. L’evento è fissato per domani venerdì 30 settembre alle 21 al Teatro della Filarmonica di Selci. Questa “lettura espressiva”, a quasi due secoli dalla sua stesura, dimostra che il romanzo di Manzoni si conferma ancora oggi un affresco vivissimo dell’Italia e degli italiani. Per questo lo Spi Cgil ha scelto di farlo rivivere attraverso dieci incontri, in cui alternare la lettura recitata dei passi più celebri a momenti di approfondimento e di riflessione condivisa. Protagonisti degli incontri saranno due attori, Elena Galvani e Jacopo Laurino, che reciteranno alcune parti del romanzo assieme a Claudio Bellanti e agli attori di Medem.  L’ingresso è gratuito.