NO AD ARMAMENTO DEI VIGILI URBANI IN CONSIGLIO COMUNALE MOLTI PARERI IN DISACCORDO


Discordanti i pensieri dei vari consiglieri sull’armamento dei Vigili Urbani. Valerio Mancini consigliere comunale della Lega Nord ribadisce che i cittadini sono preoccupati della criminalità in aumento” ricordando che “La legge prevede che gli agenti siano dotati di un corretto armamento, con dotazioni di sicurezza in senso anti-infortunistico e di protezione personale (giubbetto antiproiettile, spray da difesa), tecnologia di supporto con computer collegati ai sistemi dati per controllare i veicoli e all’anagrafe, e una collaborazione paritetica con le altre polizie municipali e con le forze dell’ordine e ausili all’avanguardia, come il sistema di videosorveglianza. Gaetano Zucchini, capogruppo del PD, ha risposto ribadendo che il problema è soprattutto nel fatto che il comune tifernate dovrebbe avere 40 vigili mentre in realtà dispone solo 19 elementi. La discussione si è prolungata e i vari consiglieri hanno espresso i pensieri personali spiegando le proprie ragione. In attesa del dibattito in commissione, la mozione è stata bocciata con il sì all’armamento per Lega Nord, Fratelli d’Italia, Movimento Cinque Stelle e Forza Italia e no della maggioranza, Castello Cambia e Tiferno Insieme.