Un ex aequo al Palio della Balestra lascia tutti a bocca aperta. Il Tenente Grella ha decretato il parimetito per Sansepolcro e Gubbio


Il maltempo ha graziato il Palio della Balestra e la manifestazione ha regalato al numeroso pubblico un esito davvero imprevedibile: un ex aequo con un solo precedente risalente a 35 anni fa. Il Palio di Sansepolcro in piazza Torre di Berta ha visto quindi due protagonisti: Viviano Zanchi di Sansepolcro e per Gubbio Guido Morelli (che a Sansepolcro aveva già vinto nel 2013). I due tiratori hanno potuto esultare con il drappo dipinto dall’artista biturgense Enzo Della Rina. La decisione è toccata al tenente dei carabinieri di Sansepolcro Luigi Grella, la più alta carica militare in piazza. Al terzo posto si è classificato Andrea Pichi Graziani. E dunque il Palio dei record, per via dei 106 balestrieri partecipanti, 63 dei padroni di casa e 43 degli ospiti, ma anche il palio dei colpi di scena: infatti due verrette distanti gli stessi millimetri dal chiodo centrale del corniolo hanno costretto i due maestri d’armi e i presidenti delle due società in gara ad affidare la decisione non più a se stessi ma al comandante della Tenenza dei Carabinieri di Sansepolcro, come vuole il regolamento della tenzone. E il Tenente Grella ha deciso per una parità. Ciò significa che l’edizione 2016 del Palio della Balestra di Sansepolcro è stata come detto vinta da Viviano Zanchi per la cittadina biturgense e da Guido Morelli per Gubbio. In definitiva un drappo che con ogni probabilità sarà dipinto nuovamente dall'artista biturgense Enzo della Rina, così come sarà fatta una copia della verretta d'oro, per un colpo di scena che è già passato alla storia. Nlle prossime edizioni interviste e immagini della manifestaizone.