Ruba un marsupio ma le telecamere lo incastrano. Arrestato ladro al Centro Commerciale Valtiberino


Ormai i reati contro la proprietà sono all’ordine del giorno a Sansepolcro come altrove: ultimo in ordine di tempo, sta facendo molto parlare di sé il fatto avvenuto al centro commerciale Valtiberino, dove un 30enne ha aspettato che il proprietario di un’auto se ne allontanasse per rubargli il marsupio contenente circa 740 euro in contanti e di altri effetti personali tra cui un cellulare. Ma il ladro non sapeva di essere ripreso. Agli agenti della polizia è bastato poco, invece, per capire chi fosse il ladro e per metterlo al sicuro. Il tutto è avvenuto ieri nei locali di un’attività in allestimento al centro Valtiberino, ai danni di un altro cittadino italiano che si trovava sul posto per motivi di lavoro. Determinante è stata per l’attività dei poliziotti la registrazione del sistema di sorveglianza installato in zona, che ritraeva il ladro mentre si allontanava dal luogo del furto. E dunque la cosa ha consentito immediatamente di confermare i sospetti degli agenti sull’identità dell’autore del reato. Immediatamente, ottenuta la descrizione fornita dalla vittima e visionati i filmati, gli agenti dell’Anticrimine del Commissariato biturgense di Polizia hanno perlustrato la zona e hanno individuato il malvivente, già noto alle forze dell’ordine, in un distributore di carburante dov’era assieme alla madre. L’uomo ha negato ogni addebito, ma gli agenti hanno esteso la perquisizione alla sua abitazione e lì hanno recuperato la refurtiva. Il 30enne è stato arrestato e portato alla Camera di sicurezza della Questura di Arezzo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che oggi ha convalidato l’arresto e ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa del giudizio.