Rapina in villa. In ospedale noto imprenditore della zona


Notte di paura per una nota coppia di imprenditori di Sansepolcro: rapinatori senza scrupoli fanno irruzione nella loro abitazione. Il tutto è accaduto verso le 22 di sabato scorso 26 marzo, in una zona collinare, in frazione Paradiso. I malviventi hanno saccheggiato la villa, ubicata sulle colline della città biturgense, picchiando, legando e rinchiudendo in una stanza l'uomo e sua moglie , dopo essersi fatti guidare verso la cassaforte. Da quanto trapela sembra siano stati sparati anche alcuni colpi di pistola: elemento questo che però è ancora da confermare. In pochi minuti hanno aperto la cassaforte e hanno portato via l’intero contenuto: contanti, gioielli e orologi per migliaia e migliaia di euro, assieme a delle armi (una carabina e una pistola) che l’uomo deteneva regolarmente. Non si sa al momento a quanto ammonta con precisione la refurtiva, ma sicuramente è molto ingente. Probabilmente supera i 100mila euro. I banditi erano quasi sicuramente stranieri anche se parlavano l'italiano, sembra con un accento est-europeo; dalla casa sono state portate via anche delle armi che l'imprenditore deteneva regolarmente. A ritrovare la coppia ancora chiusa in bagno è stato il figlio intorno alle 6.30, quando è tornato nell’abitazione e ha lanciato l’allarme. Moglie e marito hanno dovuto ricorrere anche alle cure mediche per le percosse ricevute. Per l’uomo contusioni guaribili in dodici giorni a causa dei colpi ricevuti. Subito avviate le indagine da parte dei carabinieri della Tenenza di Sansepolcro. La notizia, inutile dirlo sta creando grande allarme in città, un fenomeno, quello dei furti in Valtiberina, che sta aumentando in maniera impressionante.