Ennesimo weekend ladresco: prese di mira le zone di Melello e Gragnano nel biturgense. Picchiato dai ladri anziano a Pieve Santo stefano


Ancora furti a Sansepolcro e Pieve Santo Stefano. Le zone interessate sono quele del Melello e Gragnano nel biturgense. L’orario preso di mira è il solito, tardo pomeriggio, così come è lo stesso il modus operandi, i malviventi entrano dalle finestre, improvvisandosi anche acrobati su terrazze e grondaie, e forzano persiane e serrature. All’interno degli appartamenti la ricerca è sempre più diretta: soldi, danaro contante, gioielli, oro ed eventuali diamanti, tutto ciò che nel giro di poco si può commercializzare e spendere, sempre meno danno importanza a tablet e cellulari, la tecnologia li sta interessando poco avendo poi sempre più dispositivi gps facilmente rintracciabili e che potrebbero quindi far ritrovare le loro tracce. Pochi minuti in cui mettono a soqquadro soprattutto camere e bagni alla ricerca spasmodica di qualcosa da arraffare. In Località Gragnano è stata rubata anche un’auto. I ladri non si fermano davanti a niente, nemmeno la luce li spaventa tant’è che molti dei furti avvengono proprio in abitazioni ubicate lungo la strada principale illuminata dai lampioni e addirittura davanti ad esercizi commerciali aperti, il fatto di trovarsi a ridosso di una immediata via di fuga è per loro un vantaggio, lasciano l’auto a portata di mano, entrano, rubano e scappano, senza doversi ingarbugliare in strade chiuse o meno accessibili. La zona periferica di Sansepolcro è particolarmente interessante perché vicina all’entrata della E45 e quindi facile da imboccare in poche centinaia di metri. Inoltre alcuni testimoni parlano di una donna incinta, o con un finto pancione, che fa da palo, che è stata infatti vista in più di una occasione in orari sospetti, e sempre nei giorni in cui sono avvenuti i furti. A Pieve Santo Stefano un anziano rientrato in casa ha colto sul fatto i ladri ed ha cercato di trattenerli per poter temporeggiare e far arrivare le forze dell’ordine, ma naturalmente l’uomo è stato strattonato e percosso dai malviventi nel tentativo di scappare, nessun danno grave per l’anziano e nessuna ferita di rilievo, ma sicuramente tanto spavento. Pochi giorni fa inoltre i carabinieri di Sansepolcro hanno rintracciato un’auto risultata rubata, un’audi A3, sono partiti all’inseguimento della stessa, ma avendo a loro disposizione una punto 1.3 ovviamente sono stati seminati appena imboccata la E45. Le auto segnalate sono infatti una Audi e una Golf di colore scuro. Neanche a dirlo la popolazione biturgense è sempre più allarmata, spaventata e arrabbiata, abbiamo sentito le voci di alcuni abitanti che per ovvi motivi chiedono di rimanere nell’anonimato, e la loro condizione sta diventando una frustrazione quotidiana, vittime di ripercussioni oltre che materiali anche morali, non si sentono protetti e non ci sono ne organi ne leggi che possono fare qualcosa, una cittadina in cui la delinquenza è all’ordine del giorno e in cui non ci sono forze dell’ordine che hanno i mezzi per contrastarla.