Successo pe rla seconda edizione de "La pagina più bella del mondo". Si prepara già un appuntamento estivo


Leggere in pubblico una pagina fra quelle che consideriamo le più belle che abbiamo mai letto, mettersi in gioco sulla base del proprio libro preferito, ascoltare altre persone che esprimono le loro scelte in fatto di letture, interagire fra spettatori per costruire assieme lo spettacolo di se stessi: tutto questo è molto altro ancora è “La pagina più bella del mondo”, approdata felicemente in meno di un mese e mezzo alla sua seconda edizione, sull’onda del successo del debutto al Teatro alla Misericordia di Sansepolcro di qualche settimana fa. E già per l’estate si prevede un’ulteriore proposta, probabilmente all’aperto, sempre su questa scia. L’iniziativa di Laboratori Permanenti è stata da subito assai apprezzata dal pubblico del nuovo teatro comunale biturgense e ha fatto sentire chiaramente alle persone intervenute che quella struttura attiva ormai da tre anni è anche di loro, cittadini di Sansepolcro. Tant’è vero che fra i tanti biturgensi, diversissimi fra loro, che si sono avvicendati sul palcoscenico per leggere brani più disparati, ci sono stati anche i quattro candidati sindaci alle elezioni di domenica prossima: Cornioli, Frullani, Giorni e Giunti. Anch’essi con stili e scelte diverse hanno partecipato a questo gioco collettivo. L’esperienza ha offerto un panorama variegato di autori e testi, da uno scritto di Mons. Tersilio Rossi a Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar, da Sant’Agostino alla tragica vicenda della scienziata alessandrina Ipazia, fino a Le città invisibili di Italo Calvino e perfino alla favola di Heidi. Grande partecipazione ed emozione per tutti i lettori coinvolti, dunque, che nelle loro differenze si sono ritrovati uniti dall’amore per la scrittura e i libri,a   conferma di quello che il grandissimo Umberto Eco disse un giorno: “Chi non legge vive una vita, chi legge ne vive cinquemila”.