SANSEPOLCRO CALCIO UN KO CHE NON DEVE LASCIARE IL SEGNO


Scendi in campo con l’obiettivo di fare risultato ma allo scadere dei novanta minuti il tabellino segna quello opposto. E’ un po’ il riassunto dell’ultima domenica del Sansepolcroche esce dal Buitoni con una pesante sconfitta. Innegabile che tutti si sarebbero aspettati un risultato completamente diverso, di quelli che avrebbero fatto bene alla classifica con un pubblico che si è presentato pure abbastanza numeroso in una gelida domenica di metà gennaio. E pensare che i bianconeri erano partiti abbastanza bene: una prima mezzora davvero scintillante, creando azioni interessanti e occasioni da gol che non sono state purtroppo concretizzate. Spesso le partite andrebbero chiuse anche durante i primi tempi. Con il passare dei minuti il Sansepolcro non ha comunque mai sofferto particolarmente le azioni dello Scandicci, seppure gli ospiti hanno dimostrato una manovra di gioco più fluida rispetto a noi. Un Sansepolcro che però non si tira mai indietro e com’è sua abitudine ha lottato su ogni pallone, conquistando diverse sfere interessanti. Tutto ciò ha fatto in maniera tale che Vadi potesse trascorrere una domenica abbastanza tranquilla, fatta eccezione dell’azione personale dell’attaccante dello Scandicci che lo ha portato al gol del vantaggio. E’ quindi l’ennesima domenica dove al triplice fischio il risultato per il Sansepolcro non rispecchia la prestazione dimostrata sul campo: una situazione senza dubbio delicata, ma su cui la formazione bianconera deve credere fino a maggio. Il campionato è ancora lungo, ma allo stesso tempo può essere anche breve poiché i bianconeri hanno già giocato tutte le gare con le ultime della classe. Bisogna comunque riuscire a stare tranquilli, seppure il Sansepolcro sta camminando in un filo abbastanza teso, e pensare che da domenica prossima inizia una sorta di nuovo campionato: occorre evitare gli ultimi due posti della classifica che significano retrocessione diretta, cercando almeno di posizionarsi al meglio per un eventuale playout, seppure ancora l’obiettivo resta la salvezza diretta. E’ necessario tirare fuori gli artigli, ma soprattutto crederci: domenica trasferta in casa della Massese per il Sansepolcro che ritroverà l’ex Giacomo Canalini.Questo non è il momento dei processi o delle critiche, bensì quello della compattezza: così come lo squadra ci crederà fino all’ultimo, la speranza è quella che la stessa cosa la facciano pure i tifosi.