Accoltellamento di Umbertide. E' un Albanese di 22 anni l'aggressore


Nuovi dettagli sul ferimento avvenuto nella notte di capodanno, quando i Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, unitamente ai militari di Umbertide, allertati da personale del Pronto soccorso circa l’arrivo nell’Ospedale umbertidese di due persone con ferite da arma da taglio, nella giornata del 1° gennaio sono riusciti a individuare e deferire in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Perugia, per lesioni personali aggravate, il presunto responsabile dei due differenti delitti. Si tratta di un 22 enne cittadino di origine albanese, da tempo residente nel comune di Umbertide, con precedenti di polizia attinenti lo spaccio di stupefacenti. In particolare, dalle indagini è emerso che, poco dopo la mezzanotte, in una pubblica via di Umbertide, tra l’albanese e un umbertidese 32enne è scoppiato un litigio per futili motivi, nel corso del quale l’albanese avrebbe estratto dalla tasca un coltello colpendo al torace il suo avversario. Quest’ultimo, immediatamente soccorso da personale del 118, com’è noto è stato ricoverato presso l’Ospedale di Città di Castello, per gli interventi chirurgici del caso e dopo l’operazione è stato ricoverato in terapia intensiva. Il malcapitato, comunque, pur avendo riportato una seria ferita, non sarebbe in pericolo di vita, come assicurato dai sanitari. A seguito di un’analoga segnalazione da parte del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Umbertide circa l’arrivo in quel nosocomio di un italiano 48enne con una ferita da taglio al braccio, i Carabinieri hanno appurato che, sempre lo stesso albanese, intorno alle 2 del mattino del primo gennaio, subito dopo il primo episodio, in una zona di Umbertide piuttosto distante dal luogo precedente, avrebbe avuto un altro litigio con quest’altra persona. Anche in questo caso, i fatti si sarebbero svolti con le stesse modalità e, a quanto pare, sempre per banali motivi. Il secondo malcapitato, fortunatamente, subito dopo le cure del caso, è stato dimesso con una prognosi di guarigione di alcuni giorni.