Sogepu e Città di Castello Basket insieme per aumentare la raccolta differenziata


Ambiente e sport si incontrano ancora a Città di Castello nel nuovo progetto di promozione delle corrette modalità di conferimento dei rifiuti che vede insieme Sogepu e Città di Castello Basket, grazie alla sinergia attivata dai rispettivi presidenti Cristian Goracci e Sandro Renghi.

Con lo slogan “Fai canestro con la raccolta differenziata”, domenica 28 febbraio si terrà la prima edizione del Trofeo Capitan Eco, un torneo di minibasket per bambini fino a 11 anni di età che omaggia il celeberrimo eco-pirata testimonial delle campagne ambientali condotte nelle scuole dell’Alta Valle del Tevere da Sogepu e dalle amministrazioni comunali del comprensorio.

Sotto il patrocinio del Comune tifernate voluto fortemente dal sindaco Luciano Bacchetta e con il contributo di Sogepu, 150 giovanissimi giocatori si sfideranno dalle ore 9.00 alle ore 13.00 nella Sala B del Palasport di via Engels in un triangolare cinque contro cinque riservato alle categorie “aquilotti” ed “esordienti”, al quale parteciperanno le squadre di Città di Castello, Arezzo, Val di Ceppo di Perugia ed Ellera di Corciano.

Stabilendo una divertente analogia tra il gesto cestistico e quello di gettare i rifiuti, l’attore Mauro Silvestrini, alias Capitan Eco, ricorderà insieme ai bambini le corrette modalità di conferimento della frazione organica dei rifiuti, del vetro e delle lattine, della plastica, della carta e del cartone, rivolgendosi alle famiglie e agli appassionati di pallacanestro presenti in tribuna.

Una speciale cartellonistica ideata da Sogepu per l’evento rafforzerà il messaggio lanciato dal parquet, insieme alle eco-stazioni che l’azienda collocherà all’esterno del palazzetto per la duplice funzione di raccolta dei materiali e comunicazione delle buone pratiche delle gestione dei rifiuti.

I giovanissimi sono ancora una volta i destinatari e gli ambasciatori dell’opera di sensibilizzazione che Sogepu promuove nel territorio e, dopo le positive esperienze nella pallavolo e nel ciclismo, il basket è stato scelto per la prima volta come veicolo per raggiungere un pubblico, come quello degli appassionati di sport, sensibile al tema del rispetto delle regole che è anche alla base della corretta gestione dei rifiuti.

L’obiettivo è consolidare nella comunità locale la cultura ambientalista fondamentale per aumentare la raccolta differenziata e raggiungere a fine 2016 la percentuale del 60 per cento fissata dalla Regione dell’Umbria.