A Città di Castello apre lo sportello Gepafin


Più servizi per le aziende locali: apre a Città di Castello lo Sportello Gepafin, società finanziaria della Regione Umbria che sostiene la crescita delle piccole e medie imprese attraverso accessi al credito facilitati e garanzie sui capitali di rischio. Sarà attivo presso il Servizio sviluppo economico di piazza Gabriotti ogni giovedì a partire dal 25 febbraio e si aggiunge agli altri progetti “che l’Amministrazione comunale ha promosso, sia in senso anticiclico, per contrastare gli effetti immediati della crisi, sia per modernizzare l’ambiente economico”: lo ha annunciato ai giornalisti il sindaco Luciano Bacchetta assieme all’assessore allo sviluppo economico Mauro Alcherigi durante la conferenza stampa con il presidente di Gepafin Salvatore Santucci, con Chiara Borgatelli, che si occuperà in prima persona dello Sportello, e con le associazioni di categoria. Per il terzo anno consecutivo sono stati confermati i bandi che cofinanziano gli investimenti produttivi delle aziende, associandoli a misure per 300 mila euro complessivi per dare impulso al mercato e respiro ai progetti imprenditoriali. Ed ecco le cifre di questa operazione: 120 mila euro come incentivi a 75 progetti di piccole e medie imprese, che hanno mobilitato oltre un milione di investimenti. Altre 36 domande sono in corso di istruttoria. 25 mila euro sono state destinate a sostenere l’evoluzione di alcuni comparti industriali-artigianali in difficoltà. Gli incentivi per le facciate del centro storico ammontano a 71 mila100 che hanno coperto le 30 richieste pervenute; 8000 euro di agevolazioni tributarie per quattro nuove attività nel centro storico, 5 mila euro per le 14 domande di agevolazioni alla residenza nel centro storico e 40mila euro sul fondo Gepafin per le garanzie bancarie, un anticipo dell’attività di consulenza e sostegno che ora, con un’apertura settimanale, potrà svolgere a favore dell’impresa. Risorse importanti per una struttura piccola in cui lavorano venti persone: nella missione di Gepafin c’è fra le priorità la facilitazione delle condizioni di chi fa impresa e il relazionarsi con il territorio, attraverso un punto di presenza stabile, che sta sorgendo appunto ad esempio a Città di Castello, grazie alla sinergia con l’Amministrazione comunale, che ospita l’ufficio di Gepafin. Nel dettaglio gli esponenti di Gepafin hanno parlato di alcuni filoni di finanziamento attualmente attivi e in particolare del fondo, in collaborazione con i Confidi delle associazioni di categoria, per beni sviluppo, investimenti e consolidamento, diretto anche alle start-up. Lo Sportello Gepafin sarà aperto il giovedì la mattina e il pomeriggio presso l’Ufficio Sviluppo Economico del Comune tifernate al secondo piano nella sede di Piazza Gabriotti.