Città di Castello, ripartono i lavori palazzo vitelli a san giacomo


Si riprende il lavoro dentro Palazzo Vitelli a San Giacomo, l’antico edificio destinato a ospitare la rinnovata biblioteca comunale di Città di Castello. Ultimamente è stato dato il via al progetto esecutivo dei lavori di completamento del primo piano, del secondo e della sala convegni, dopo che è stato definitivamente risolto il contratto con l’impresa che si era aggiudicata il cantiere. Il Comune tifernate per questo stralcio spenderà all’incirca 30mila euro: l’operazione è stata affidata in economia a una ditta di Città di Castello (la «Falegnameria Bricca Maurizio» che ha effettuato un ribasso unico percentuale del 28 per cento). I lavori saranno terminati nel giro di due mesi. Bisogna ricordare che la nuova sede della biblioteca comunale di Città di Castello avrebbe dovuto essere inaugurata nell'autunno del 2014, ma tutto fu bloccato da un contenzioso con la ditta che aveva vinto l'appalto e che stava operando all’interno del palazzo. La biblioteca è destinata ad essere una delle più grandi in Umbria, si espanderà su 2 mila 300 metri quadrati su quattro piani e l’investimento totale è di quasi 5 milioni di euro. Il piano terra verrà dedicato ai servizi (previsto anche un bar interno) e agli archivi; il primo piano interamente alla biblioteca; al secondo una sala convegni, (capienza cento persone) organizzata a modulo, cioè utilizzabile a prescindere dall'apertura della biblioteca. Il terzo piano accoglierà invece gli uffici ed altri locali di fruizione pubblica. I lavori iniziarono il 20 settembre del 1999. Com’è noto, in attesa di inaugurare la nuova sede, è stato aperto un punto prestiti a Palazzo del Podestà denominato «Nelfrattempo», attivo già dalla fine di ottobre e in questi mesi frequentato da circa cinquemila persone. Questa sede provvisoria anticipa e sperimenta varie novità che verranno poi introdotte stabilmente a Palazzo Vitelli a San Giacomo, vale a dire l’autoprestito, il wi-fi gratuito, una sala per i bambini e le famiglie, una sala lettura accogliente e informale, oltre all’apertura al pubblico prolungata ed estesa ai giorni festivi.