Federico Bigotti è tornato a Capanne


Federico Bigotti, il 22enne tifernate arrestato per l’omicidio della madre, è tornato nel carcere perugino di Capanne. Il giovane era stato trasferito a Piacenza per degli accertamenti di carattere psicologico che però risulterebbero terminati, permettendo il ritorno in Umbria del detenuto. La sua permanenza nella casa circondariale di Piacenza in osservazione era stata voluta dal Gip Carla Giangamboni per verificare la sussistenza di problematiche psichiche nel ragazzo. Gli avvocati di Bigotti, Vincenzo Bochicchio e Francesco Areni, hanno in programma adesso una visita al giovane. I legali sono ancora in attesa delle motivazioni della sentenza del Riesame che ha rigettato la seconda richiesta di scarcerazione di Bigotti. Potrebbe essere predisposto però l’accesso del consulente di parte Alessandro Perazzi, medico psichiatra della Usl Umbria 1.