È il copilota Guido Guerrini di Ecomotori Racing Team il nuovo tricolore del Campionato Italiano Energie Alternative


Si è svolta nella serata di sabato, nella piacevole cornice dell’Hotel Villa Diodoro, a pochi metri dallo storico teatro greco di Taormina, la premiazione dei campioni italiani 2015 dell’automobilismo. Alla presenza del Presidente nazionale dell’Automobil Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, sono stati premiati tutti coloro che hanno primeggiato nelle varie categorie dell’automobilismo sportivo. Ancora una volta le energie alternative hanno regalato soddisfazioni alla provincia di Arezzo ed alla Valtiberina con la premiazione del copilota Guido Guerrini, che assieme al pilota brianzolo Nicola Ventura, per la Scuderia Ecomotori Racing Team, si è aggiudicato il massimo traguardo nazionale grazie a due vittorie ed un secondo posto nelle gare valide per il titolo. Per Ventura e Guerrini è stato un 2015 ricco di soddisfazioni grazie al podio raggiunto nel Campionato del Mondo della stessa categoria e alla vittoria del prestigioso Rally di Montecarlo energie alternative, in occasione del quale si sono lasciati alle spalle ben 80 equipaggi. Nelle ultime sei stagioni Guido Guerrini era riuscito a salire sul podio del campionato italiano tutti gli anni, ma solo nel 2015 nel gradino più alto. Sorte simile per le partecipazioni al mondiale di categoria, dove è riuscito a collezionare cinque secondi posti, permettendo nel 2012 e nel 2014 ai copiloti valtiberini Emanuele Calchetti ed Isabelle Barciulli di conquistare il titolo mondiale. Il titolo nazionale di Guerrini, unito ai due mondiali di Calchetti e Barciulli, al secondo posto mondiale di Francesca Olivoni (2013) e ancora di Guido Guerrini (2015) portano a Sansepolcro il singolare primato di luogo di provenienza dei più premiati copiloti degli ultimi anni nell’automobilismo italiano. In attesa di sapere quali impegni saranno intrapresi dai piloti e copiloti locali nel corso del 2016, la vallata si gode anche il record dell’undicesimo titolo nazionale nella velocità montagna per il fiorentino Simone Faggioli, vincitore di quattro cronoscalate del Passo dello Spino e del Volante d’Argento 2015, secondo massimo riconoscimento sportivo assegnato ai premiati di Taormina.