Arezzo: DA FINE FEBBRAIO NUOVA ARTICOLAZIONE TARIFFARIA DECISA DA AIT AUTORITÁ IDRICA TOSCANA


A partire dal prossimo ciclo di fatturazione (fine febbraio 2016), Nuove Acque, il gestore del servizio idrico di Arezzo e provincia e parte della provincia di Siena, applicherà la nuova articolazione tariffaria approvata dall’Autorità Idrica Toscana (AIT) con delibera n.41 del 14 dicembre 2015, sulla base della indicazioni della delibera AEEGSI (Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Servizio Idrico) n. 643/2013. Si tratta di un provvedimento deciso dalle autorità regolatrici del settore per uniformare la struttura tariffaria del servizio su tutto il territorio della Regione Toscana. Le fatture inviate in questi giorni sono relative ai consumi prodotti fino al 31 dicembre 2015, calcolati in acconto sulla base del consumo storico. I consumi prodotti dal 1 gennaio 2016 saranno fatturati secondo la nuova articolazione con il secondo ciclo di bollette del 2016 a fine febbraio. La nuova articolazione tariffaria prevede 7 categorie di utenza, tra cui alcune nuove: ·       Domestica residente ·       Domestica non residente ·       Pubblica (ospedali pubblici, associazioni, partiti, sindacati, onlus, oratori, ecc) ·       Altro (utenze antincendio) (nuova) ·       Allevamento (nuova) ·       Produttiva piccoli quantitativi (nuova)* ·       Produttiva grandi quantitativi (nuova)*  *Le vecchie categorie Uso Industriale e Commerciale / Artigianale sono inserite nelle nuove Uso produttivo piccolo quantitativo e grande quantitativo in base ai consumi storici   In base alle categorie di appartenenza, per le quote variabili del servizio di acquedotto sono previsti scaglioni di consumo (per le categorie Domestica Residente, Domestica non residente, Allevamento, Produttive) o un unico scaglione, come nel caso delle categorie Pubblica e Altro. L’uso domestico agevolato per tutto il 2016 continuerà a essere applicato previa richiesta agli utenti residenti con reddito ISEE inferiore agli 8.030 euro annui. Per i servizi di fognatura e depurazione, è previsto un solo scaglione tariffario per tutte le categorie di utenza e non più la modulazione a fasce. Le quote fisse saranno invece suddivise in base ai servizi forniti, prevedendo quindi una quota fissa distinta per acquedotto, fognatura e depurazione. Contestualmente all’introduzione della nuova articolazione tariffaria, il gestore applicherà anche l’annuale incremento del 5% già previsto e approvato da AIT nel 2014.  Nuove Acque invierà materiale informativo tramite la newsletter Acquafocus allegata alla prima fattura del 2016. Rimangono attivi tutti i canali di customer care per la clientela: call center, agenzie del territorio e servizio online.  Sul sito internet www.nuoveacque.it è possibile scaricare l’informativa di dettaglio riguardante la nuova Articolazione tariffaria, per ogni tipologia di utenza.