Ingerisce un'elevata dose di farmaci per uccidersi. Salvata dal fratello 59enne tifernate


Una donna di 59 anni di Città di Castello ha tentato il suicidio ingerendo una dose elevata di farmaci: aveva scelto una piazzola della E45, vicina all'uscita sud di Pieve Santo Stefano. Il fatto risale a martedì scorso ma è emerso solo oggi: attorno alle 19 di due giorni fa, dunque, la donna è stata trovata dal fratello, che ha riconosciuto la Fiat Punto di colore bianco di proprietà della sorella. Il veicolo era parcheggiato proprio in quell’area di sosta della superstrada. Immediato l'allarme al 118: un’autoambulanza ha subito portato la donna al pronto soccorso dell'ospedale di zona di Sansepolcro per gli interventi del caso. La 59enne era in cura per gravi problemi personali.