Importante convegno a Sansepolcro su Ue e mondo islamico


Argomento complesso, importante e anche tragicamente attuale, il rapporto tra Europa e mondo islamico è stato al centro della giornata di studio organizzata dal Liceo Piero della Francesca di Sansepolcro: tanti gli aspetti affrontati dai relatori dopo l’apertura dei lavori con i saluti del sindaco e l’analisi del prefetto di Arezzo dott. Alessandra Guidi. Il primo relatore, il cav. Valentino Mercati, che ha parlato di crescita sostenibile, ha sottolineato come sia impensabile continuare da parte del mondo occidentale ad assorbire da solo il 70% di quello che complessivamente il nostro pianeta produce, così come è impossibile economicamente pensare di aumentare il PIL ogni anno all’infinito: non si possono - ha detto Mercati - realizzare infrastrutture o macchinari in continuazione e pertanto bisogna pensare a una crescita diversa e sostenibile, sostanzialmente pensando alla qualità della sostenibilità; infine un appello lanciato agli studenti: “studiate, ha detto, divertendovi e soprattutto imparando quello che vi piace, socializzando attraverso la tecnologia ma anche con i rapporti umani”. L’Italia almeno fino ad oggi - ha detto il prefetto Guidi - ha svolto e continua a svolgere un ruolo essenziale di cerniera e di contatto con il mondo islamico, fattore questo essenziale per continuare a mantenere un canale aperto di dialogo e quindi mantenersi anche fuori dal rischio di atti estremistici.