A Sansepolcro domenica al via il PRIMO PALIO DI PRIMAVERA!!!


E’ stata presentata ieri, alla presenza dell’assessore alla cultura e al turismo del comune di Sansepolcro, nella sede di via della Fonte dal presidente della Società Balestrieri di Sansepolcro Dario Casini e dal direttivo della Società Balestrieri Sansepolcro l’edizione 2016 della finale del tornei dei quartieri denominata “Palio di primavera”, che prevede le sfilate dei cortei dei rioni nel centro storico sia alle 10.30 con l’araldo sia a partire dalle 16. La gara vera e propria, sempre preceduta dalle sfilate in costume nel centro dalle 16, si svolgerà dalle 17,15 presso il parcheggio San Puccio, dalla parte di Porta del Castello. “L’iniziativa nasce dall’esigenza di creare nuovi appuntamenti dedicati al Palio anche al di fuori della manifestazione del settembre – spiegano il maestro d’armi Marco Guadagni e il regista Matteo Casini - in particolare per creare un evento in costume suggestivo per residenti e visitatori che verranno a Sansepolcro in occasione di questo lungo weekend”. Il programma è stato elaborato con tutte le associazioni storiche della città che si sono dimostrate disponibili a portare il loro contributo a iniziare da Rinascimento nel Borgo, il Lauro e la Società Sbandieratori. “Una versione snella – prosegue Guadagni - con solo i migliori 20 tiratori dei 4 rioni cittadini con 10 tornate di tiri su due banchi, gratuita, facilmente fruibile e visibile anche dal visitatore occasionale grazie al luogo dello svolgimento che ha una grande visibilità essendo all’esterno delle antiche mura di cinta nella sezione del parcheggio di san Puccio di porta del Castello“. La prima tornata di tiro determinerà il vincitore del quartiere che riceverà un trofeo, ancora in fieri, e al quale stanno lavorando gli artigiani di Sansepolcro. A descrivere le fasi della gara una voce nuova, quella del collega Claudio Roselli, profondo conoscitore della storia e del Palio di Sansepolcro. che per la prima volta si cimenterà in questo prestigioso ruolo. Saranno premiati il primo, secondo e terzo classificato e il corniolo sarà assegnato al vincitore. “La regia – spiega Matteo Casini – è stata decisa di concerto con le altre associazioni. Il corteo della mattina in realtà è composto da due diversi cortei perché uno partirà da porta Fiorentina, della Società Balestrieri con i propri musici e Il Lauro che sfilerà con gli abiti rinascimentali nobili, e uno da Porta Romana, a cura dell’associazione Rinascimento nel Borgo, percorrendo il corso in via XX Settembre ed invitando i quartieristi a venire a tifare i rispettivi campioni nel torneo che si svolgerà nel pomeriggio. I cortei partiranno alle 10,30 e si riuniranno a Palazzo delle Laudi in via Matteotti dove avverrà la lettura del bando vero e proprio verso le 11. Nel pomeriggio nella zona di Porta del Castello sarà allestito un mercato rinascimentale a cura dell’associazione Rinascimento nel Borgo con i banchi particolarmente suggestivi quali quelli dello spaziale o del tintore di guado. Sempre nel pomeriggio il mercato sarà animato dai danzatori de Il Lauro, questa volta con abiti popolani, che segneranno l’apertura del mercato verso le 16. Nel pomeriggio prima dell’arrivo a Porta del Castello, 4 cortei accompagneranno i campioni dai rispettivi rioni, San Bartolomeo e Santa Caterina per Porta Fiorentina e San Niccolò e Sant’Antonio a Porta Romana. Dalle porte estreme della città i cortei si riuniranno in piazza Torre di Berta dove incontreranno la parte istituzionale della Società, dirigendosi poi verso via Matteotti seguiti da Rinascimento del Borgo e il Gruppo Sbandieratori. Il percorso prevede via Beato Ranieri, via Malatesta con entrata dall’uscita del parcheggio di San Puccio laterale percorrendo il viale dei banchi del mercato fino allo spazio dedicato al tiro transennato con alcune sedie a disposizione degli spettatori. Via di Malatesta sarà chiusa solo momentaneamente al traffico, al massimo 5 minuti verso le 17, appena il tempo necessario per far entrare i cortei. Dopo l’entrata nell’arengo il Teatro Popolare reciterà un pezzo scritto ad hoc per l’occasione, interpretando due allegorie dedicate alla Sorte e alla Buona Fortuna. Dal passaggio di Porta del Castello la durata della manifestazione in tutto sarà di circa di due ore. Dopo la prima tornata di tiri per il Palio dei Rioni sarà la volta del gruppo Sbandieratori per passare poi alla disputa del Palio di Primavera vero e proprio, di nuovo gli sbandieratori per dare il tempo di individuare tra le frecce conficcate nel corniolo il vincitore. La distanza tra tiratore e corniolo è quella tradizionale di 36 metri. Tra i banchi del mercato anche quello dedicato alle golosità della norcineria tradizionale locale offerte ai visitatori. La manifestazione non prevede il corteo finale che rimane riservato all’ edizione della seconda domenica di settembre. Un’occasione unica quindi quella di domenica prossima per chi non ha mai visto il Palio, il programma è in distribuzione presso l’ufficio turistico, l’ingresso è libero e in caso di maltempo l’evento sarà rinviato al giorno seguente.