TOSCANA: NUOVE DISPOSIZIONI MEDICI DI BASE


Come per l’Umbria, anche per la regione toscana arrivano le nuove disposizioni sul rinnovo della  Convenzione di medicina Generale  approvato  dal Comitato di settore  Regioni-Sanità che sostanzialmente  introduce innovazioni  sul ruolo e la presenza del Medico di base  di far decollare la Sanità d'Iniziativa, la continuità del servizio con le Aggregazioni Funzionali Territoriali (AFT) e la garanzia di apertura del servizio h 16, mutuando in parte l'esperienza Toscana.

 Il nuovo modello ribadisce  che dalle 24 alle 8 nei giorni feriali e dalle 20 alle 8 nei giorni di sabato e festivi ci si dovrà rivolgere al pronto soccorso.  Ma la domanda che le associazioni sindacali si pongono per la regione toscana è questa: E chi risiede in zone disagiate, rurali, montane cosa fa?La Cgil toscana evidenzierebbe da subito  un grosso limite che dovrà essere risolto. Il sistema ipotizzato cancella completamente il “servizio di guardia medica” e quindi dalle 24 alle 8 nei giorni feriali e dalle 20 alle 8 nei giorni di sabato e festivi non ci sarà più alcun presidio medico territoriale. Si dice che in quella fascia oraria anche per problemi di lieve entità il cittadino dovrà rivolgersi al pronto soccorso. Quindi nuovamente l'ospedale il punto di riferimento primo  con ulteriore aggravio della pressione sui Pronto Soccorso, mentre per  chi  invece risiede in zone disagiate, rurali, montane  la situazione potrebbe complicarsi.  I rappresentanti sindacali ribadiscono la necessità che Governo e Regioni aprano un confronto serio, da una parte per risolvere le criticità e dall'altra per stabilire concretamente tempi e modi di attivazione del nuovo modello operativo.
In Toscana il modello, basato sulla Sanità d'Iniziativa con AFT, Case della salute, posti letto per le “cure intermedie” è presente da anni, reso operativo  dal 2012 e con il vigente Piano Socio Sanitario Integrato Regionale.
Ciò che manca è la piena realizzazione di quanto previsto e condiviso per cui troppo spesso le innovazioni rischiano di rimanere soltanto sulla carta senza avere concreta e funzionale attuazione.