Mondiale Under 17 di Futsal: un arbitro tifernate alla Finalissima per il titolo Brasile-Iran


Sabato 9 aprile 2016, una data che rimarrà impressa a fuoco nella memoria degli arbitri della sezione AIA di Città di Castello: Francesco Peroni è stato designato per Brasile-Iran finale 1′ e 2′ posto del Campionato del Mondo Studentesco Under 17 di calcio a 5 in corso di svolgimento a Porec in Croazia.

Un successo straordinario e di portata storica sia per Francesco che per la sezione arbitri tifernate: è la prima volta infatti che un fischietto altotiberino viene designato in una manifestazione al di fuori dei confini nazionali ed arrivare fino all’ultimo atto della manifestazione stessa va al di là di ogni più rosea aspettativa.

Francesco, 34 anni compiuti lo scorso agosto, vanta un curriculum arbitrale di rilievo assoluto: da 10 anni a disposizione della CAN 5, la commissione arbitrale nazionale del futsal capitanata da un mostro sacro come l’ex arbitro internazionale Massimo Cumbo, ha al suo attivo quasi 50 gare in serie A, la Final Eight di Coppa Italia, 2 semifinali ed una finale scudetto oltre che la finale di SuperCoppa Italiana all’inizio di questa stagione. E la sua grande esperienza ed affidabilità hanno spinto Cumbo ad inviare Peroni alla kermesse croata nella quale ha già diretto 6 gare, tra le quali il quarto di finale Iran-Slovacchia, meritandosi la designazione per l’atto finale nel quale la squadra arbitrale sarà composta, oltre che da Francesco, da Gert Deckers (Belgio), Patrik Porkert (Austria) e Yiangos Yiangou (Cipro).

Il Presidente della sezione AIA tifernate Michele Ceccagnoli dichiara di:”Essere orgoglioso come tifernate e come arbitro per la designazione di Francesco. Un grande abbraccio ed un in bocca al lupo a Peroni dal sottoscritto, dal Direttivo sezionale e da tutti gli associati della sezione. Lo saluto con una massima di Haywood Hale Brown: lo sport non costruisce la personalità, la rivela.”

Il Presidente del Comitato Regionale Arbitri Luca Fiorucci  ha voluto così esprimere la sua soddisfazione:”Sono onorato come Presidente del CRA e per i 1000 arbitri umbri che rappresento di ricevere una notizia come questa. Francesco Peroni è all’apice della sua carriera e serve da stimolo ed esempio per tutti gli altri 999 arbitri che rappresento. Il suo valore aggiunto è rappresentato dal fatto che alle capacità arbitrali somma il suo valore di uomo di altissimo profilo. La regione Umbria sabato pomeriggio sarà tutta al fianco di Francesco per vivere con orgoglio un momento importante come questo che è di portata storica per il settore arbitrale, per quello del calcio a 5 e per tutta l’Associazione.”

Soddisfazione che coinvolge tutta l’AIA visto che anche l’altro arbitro che rappresenta l’Italia al Mondiale Under 17, Alessandra Carradoridella sezione di Roma 1, arbitrerà la finalissima femminile Brasile-Francia.

Un en plein che dimostra, ancora una volta se ce ne fosse bisogno, la bontà della scuola arbitrale italiana anche nel futsal dopo la designazione  alla finale di Euro 2016 dello scorso febbraio di Alessandro Malfer,  fresco del premio come miglior arbitro del mondo.

A Francesco ed anche ad Alessandra un grandissimo in bocca al lupo e l’augurio di dimostrare sul campo che la fiducia su di loro è stata ben riposta. Il via alle gare all’Intersport Arena di Porec (Croazia) è alle ore 15,00 per la finale femminile ed alle ore 16,30 per quella maschile.