Diga di Montedoglio: il Movimento 5 stelle biturgense dice "Basta con le parole"!


In occasione del prossimo Consiglio comunale di martedì 6 settembre, il Movimento 5 Stelle di Sansepolcro presenterà alcune mozioni ed interrogazioni, di cui una sulla situazione dei lavori nella Diga di Montedoglio. Tutti noi ricordiamo tristemente la notte del 29 dicembre 2010, quando una porzione del muro scolmatore della Diga crollò, riversando una marea d’acqua sulla nostra vallata e provocando comprensibili timori in tutti noi. Da allora sono passati più di 5 anni e si sono succeduti solo semplici annunci spot e promesse elettorali, ma di concreto non è ancora stato fatto niente. Non è stata mantenuta nemmeno la promessa che ci sarebbe stato un membro della nostra Valle nel CdA dell’Ente Acque Umbro Toscano (EAUT), cosa che avrebbe aumentato il potere decisionale della Valtiberina in merito a tutte le scelte prese riguardo alla questione della Diga di Montedoglio. Il governatore Enrico Rossi in piena campagna elettorale a Sansepolcro disse che il Ministero aveva dato il via libera ai lavori, che sarebbero iniziati entro luglio. Annuncio questo a cui non è seguito niente di concreto. Il Movimento 5 Stelle di Sansepolcro chied pertanto all’Amministrazione di attivarsi al fine di far conoscere il vero stato di avanzamento dei progetti, le vere tempistiche e le modalità previste per l’affidamento dei lavori e la vera data di inizio dei lavori di messa in sicurezza delle strutture. Ci auguriamo che – dicono i pena stellati biturgensi - l’Amministrazione Comunale mantenga con le istituzioni regionali la nostra stessa determinazione al fine di ottenere finalmente il doveroso rispetto dovuto ai cittadini e il mantenimento degli impegni troppe volte inutilmente annunciati.