Al via a Le feste del Palio della Balestra a Sansepolcro. Mercoledì tradizionale "Offerta della Cera"


Sono vicine "Le Feste del Palio della Balestra" a Sansepolcro, la partenza della rassegna rinascimentale sarà come ormai da tradizione con l'Offerta della Cera, cerimonia questa che ha significato di buon auspicio per il migliore svolgimento delle manifestazioni. Nella storia era il rituale della vigilia del giorno di Sant'Egidio, uno dei fondatori della città, e venne introdotto nel 1441, anno del passaggio di Sansepolcro al Granducato di Toscana; su disposizione del capitano del popolo, i rappresentanti delle arti e delle corporazioni cittadine avrebbero dovuto donare la cera al priore della chiesa principale. Le celebrazioni si apriranno alle 18.30 di mercoledì 31 agosto in cattedrale. Alle 22.00, sempre di mercoledì 31, il rito propiziatorio si trasformerà da religioso in popolare e una folta presenza di figuranti in costume brinderà in piazza Torre di Berta. "Siamo tutti in Palio" è il titolo della serata, che ha per organizzatori i cinque sodalizi protagonisti della parentesi rievocativa di inizio settembre: Società dei Balestrieri, Gruppo Sbandieratori, Rinascimento nel Borgo, gruppo danzatori "Il Lauro" e Compagnia di Teatro Popolare. Sansepolcro ricorda Sant'Egidio nella giornata di giovedì 1 settembre con due appuntamenti tradizionali: quello istituito di recente è la presentazione del drappo del Palio che Gubbio e Sansepolcro si contenderanno domenica 11 settembre in piazza Torre di Berta. Alle 17.30, nella sala consiliare di palazzo delle Laudi e alla presenza del sindaco balestriere Mauro Cornioli, verrà scoperto il drappo realizzato quest'anno da un artista biturgense, il pittore Enzo Della Rina. Alle 21.00, poi, spostamento al campo di tiro "Luigi Batti" di Porta del Ponte per lo storico Palio di Sant'Egidio, sfida individuale fra i balestrieri e i cittadini di Sansepolcro che abbiano inoltrato la precisa richiesta alla società.