Terremoto in centro italia


Una scossa di terremoto di magnitudo 6.2 ha letteralmente spezzato la quiete della notte in tutto il centro Italia: l'epicentro nel territorio del Comune di Accumoli, in provincia di Rieti, ma vicino anche ad Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno.

Ingenti i danni: la località di Pescara del Tronto è un cumulo di macerie e ad Amatrice, in provincia di Rieti, si contano già vari morti. Danni anche a Norcia e a Castelluccio.

L'ipocentro è stato localizzato ad appena 4 chilometri e poco più di profondità; a distanza di circa un'ora, intorno alle 4.40, altre due scosse di magnitudo 5.4 e 5.1, poi una serie di repliche intorno a magnitudo 2.0, ma altre quattro con magnitudo superiore a 4.

Un sisma la cui onda si è propagata anche nei centri dell'Alta Valle del Tevere tosco-umbra, da Città di Castello fino a Sansepolcro e anche a Caprese Michelangelo, dove la scossa è stata avvertita in una nottata caratterizzata anche dal forte vento.

E come accade in casi del genere, tante le persone scese in strada.