Ad Anghiari al via la Coppa delle Regioni di Endurance


Domani pomeriggio alle 18 con la presentazione delle squadre partecipanti scatterà ad Anghiari l’edizione 2015 della Coppa delle Regioni di Endurance.

La manifestazione è organizzata così come nel 2014 dall’Associazione Dilettantistica Equestre Valtiberina, con il patrocinio del CONI, della Federazione Italiana Sport Equestri, della Regione Toscana, della Provincia di Arezzo, del Comune di Anghiari e della Comunità Montana.
Domani pomeriggio nel centro storico di Anghiari avrà luogo la cerimonia ufficiale di presentazione delle varie regioni presenti, mentre sabato si svolgerà la competizione effettiva che assegnerà il prestigioso ed ambito trofeo. L’atto decisivo ai fini del successo finale avrà come centro nevralgico il Castello di Sorci e si dislocherà nei luoghi più belli della Valtiberina.

Nella giornata di oggi le squadre sono arrivate ad Anghiari e da domani cominceranno tutte le operazioni di natura preliminare (visite veterinarie, briefing, ecc) presso il Castello di Sorci, prima di presentarsi nel centro storico del paese per la sfilata e la presentazione. A seguire, il Comitato Organizzatore e la Strada dei Sapori della Valtiberina, offriranno a tutti gli ospiti un aperitivo di benvenuto con degustazione di prodotti locali.

La competizione vera e propria si svolgerà nella giornata di sabato e si svilupperà così come segue. I binomi verranno suddivisi in 3 categorie e si cimenteranno su di un anello di 30 km da ripetersi una, due o tre volte a seconda della rispettiva categoria. Le prime due saranno prove a tempo e sono definite di regolarità, quella di 90 km sarà invece gara di velocità. Previsti premi per tutte le categorie, mentre la Coppa delle Regioni di Endurance verrà consegnata alla regione con il migliore punteggio totale.
La gara non è individuale, ma di squadra.

Al via ci saranno oltre 200 binomi. Si tratta di un numero considerevole che premia l’ottimo lavoro svolto dal Comitato Organizzatore, che evidenzia l’importanza della gara e il fascino di questa disciplina sportiva e che conferma il grande richiamo dei luoghi che rendono la Valtiberina una delle zone più belle della Toscana e non solo.