Contributi in arrivo per chi torna in centro storico


Città di Castello - Dal rimborso di Imu e Tasi per chi decide di vivere in centro ai finanziamenti per ristrutturare gli edifici passando per le agevolazioni fiscali per chi decide di impiantare una nuova attività commerciale o artigianale nel cuore della città vecchia. Sei bandi iniettano nuova linfa per il centro storico di Città di Castello.

I bandi, per un valore di circa 200mila euro, sono interamente destinati al miglioramento della qualità degli edifici e a sostenere l’avvio di nuove realtà produttive. Sono stati il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore alle Attività produttive Enrico Carloni, a illustrare le possibilità e gli obiettivi sottesi a i nuovi "decreti" promossi dall’ente pubblico.

Tra i nuovi bandi, ce n’è uno che riguarda i contributi in conto capitale per il recupero e la manutenzione delle facciate di abitazioni di proprietà di privati nel centro storico. Punta a favorire la residenzialità nel centro storico, invece, il bando che prevede contributi a rimborso (parziale o totale) degli importi versati a titolo di Tasi e Tari sulla nuova abitazione per i proprietari che abbiano assunto residenza e dimora abituale nella parte antica della città.

A favorire l’apertura di nuove attività commerciali e professionali sarà il bando che prevede contributi a rimborso degli importi dell’Imu e Tari sugli immobili utilizzati come sede di nuove attività commerciali, artigianali e professionali.