Tumore alla tiroide convegno ad Arezzo sulle nuove forme di cura


Le malattie neoplastiche che colpiscono la tiroide anche se poco frequenti, hanno subito un incremento e una differenziazione nel corso degli anni. Sono aumentati i tipi di tumore tiroideo che possono verificarsi con differenti quadri clinici e questo ha prodotto la necessità di mettere in atto differenti modalità di cure e trattamento.  Con il patrocinio dell’ AIMN (Associazione Italiana di Medicina Nucleare ed Imaging molecolare), dell’Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Arezzo e del Calcit, la Asl8 organizza per  sabato 21 novembre un convegno dedicato ai  Tumori Tiroidei destinato al coordinamento delle figure professionali protagoniste nel trattamento di questa famiglia eterogenea di neoplasie. Dinanzi ad una varietà sempre più massiccia della tipologia dei tumori alla tiroide è necessario per i medici specialisti seguire un adeguato processo di formazione; in tal modo potranno collaborare alla progettazione di percorsi assistenziali il più omogenei possibili. Quando si parla di cancro alla tiroide, le due tipologie principali sono il carcinoma follicolare e il papillare e il percorso diagnostico-terapeutico di questa malattia non è universale.  Di norma si procede in primis con la terapia chirurgica, che dal 2011 nella nostra Asl si serve anche della robotica, messa in campo per la prima volta in questa disciplina da Pier Guido Ciabatti, otorino e Direttore del Dipartimento di Chirurgia specialistica del San Donato. Dopo l’intervento chirurgico viene poi solitamente effettuato un trattamento radio metabolico allo scopo di eliminare ogni residuo ghiandolare e le piccole lesioni metastatiche.  Negli ultimi tempi i particolari quadri clinici riscontrati hanno richiesto l’impiego di altre ulteriori modalità di cure. Da qui nasce l’esigenza  di organizzare un convegno formativo dedicato, sotto la responsabilità scientifica di Alfonso Baldoncini (direttore della unità Operativa di Medicina Nucleare), per condividere le possibili criticità inerenti la gestione dei pazienti affetti da tumore tiroideo e di individuare modelli operativi omogenei ed efficaci. Il Convegno avrà luogo sabato 21 novembre presso l’auditorium Pieraccini dell’ospedale San Donato di Arezzo.